“Adesso testa bassa e pedalare”

Ana Vitelaru, nazionale di paraciclismo e testimonial di SuperAbile Viterbo, ai microfoni dell’Ansa, ieri, appena sbarcata a Fiumicino dal rientro dalla Coppa del Mondo in Canada

FIUMICINO – “E adesso testa bassa e pedalare”. Così Ana Vitelaru, nazionale di paraciclismo, tesserata Anmil Aport, Obiettivo 3 di Alez Zanardi, testimonial di SuperAbile Viterbo, due argenti alla Coppa del Mondo appena conclusa a Baie Comeau, in Canada, ai microfoni dell’Ansa.

“Sono davvero molto contenta e rimasta sorpresa di me stessa – ha dichiarato alla prima agenzia di stampa italiana Ana Vitelaru -, perché non mi aspettavo questo risultato: una – doppia – medaglia d’argento che dedico tutta alla mia mamma. La Master che ha vinto l’oro era molto forte, peraltro un’atleta paralimpica anche nello sci di fondo, quindi arrivare con lei a 9 secondi, tanto di cappello. Ora testa bassa e continuare a lavorare”.

Accolta da una delegazione del progetto SuperAbile la 36enne di Reggio Emilia ha avuto parole di ringraziamento per i propri tifosi che l’hanno sempre sostenuta seppur a distanza: “Accoglienza calorosa dei SuperAbili all’aeroporto – ha scritto Ana via social -, grazie di esserci e sempre viva SuperAbile”.

“Ringraziamo tutto lo staff della Nazionale di paraciclismo  – hanno detto Tiziano Monti e Alfredo Boldorini, presenti al terminal arrivi dell’aeroporto di Fiumicino -, il CT Mario Valentini, la nostra Ana Vitelaru. Una grande mattinata a contatto con grandi campioni. Davvero emozionante”.

SuperAbile Viterbo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.