Al Raduno Regionale dei Bersaglieri anche due reduci di El Alamein

0

TUSCANIA – Cinquecento piume al vento a Tuscania per il grande Raduno regionale dei bersaglieri che si terrà sabato 21 e domenica 22 marzo.

Per la grande manifestazione sono previste infatti circa quaranta sezioni, alcune provenienti da ben oltre i confini laziali. Hanno dato la loro adesione sia delegazioni provenienti da Napoli che altre da Treviso. Previsti inoltre due ospiti d’eccezione. Saranno presenti infatti due reduci dalla battaglia di El Alamein, uno dei quali, come carrista, ha partecipato addirittura alla guerra con Rommel.

L’evento, in concomitanza con la “Festa del Papà”, dedicata a tutti i papà bersaglieri e a “Papà Sandrin”, come veniva affettuosamente chiamato dai suoi Bersaglieri Alessandro La Marmora, prevede un fitto calendario di iniziative, al fine di celebrare al meglio la prestigiosa manifestazione, per la quale viene designato, ogni anno, un unico paese ospitante.

Gli appuntamenti inizieranno nella giornata di sabato 21 marzo, con l’alzabandiera al monumento dei Bersaglieri d’Italia e la deposizione di una corona al monumento dei caduti.

Seguirà, alle 16,30, la santa Messa al Duomo in ricordo di tutti i bersaglieri e, alle 18, il grandioso concerto della Fanfara al teatro comunale “Il Rivellino”.

 

Domenica 22 marzo, dalle 8,30, l’arrivo delle fanfare darà il risveglio a tutta la cittadinanza, seguiranno l’ammassamento, gli Onori ai Gonfaloni, ai Medaglieri e alle autorità, la rassegna e le allocuzioni.  Dalle  11 inizierà lo sfilamento con la corsa finale e, a concludere, l’imperdibile concerto delle Fanfare in piazza Italia.

 

Il raduno regionale dei bersaglieri è organizzato dalla locale sezione “Bers. Gratigliano Firmani” fondata nel 1977,  attualmente presieduta da Umberto Subrizi che da sempre si distingue, sul territorio, sia per la partecipazione attiva alle varie iniziative sia per l’organizzazione di grandi appuntamenti, anche a livello nazionale.

ALTRE NOTIZIE  Emergenza Covid-19: in otto pranzano a casa di un amico, tutti sanzionati

 

C’ è grande fermento dunque per il prossimo raduno del 21 e 22 marzo, per il quale sono attesi a Tuscania centinaia di visitatori che potranno, contestualmente, apprezzare le bellezze della ridente cittadina.