Al via il “Certame Cardarelliano”

TARQUINIA – Prende l’avvio giovedì 16 aprile la prima edizione del “Certame Cardarelliano”, un’iniziativa organizzata dall’IISS “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia. L’evento è in collaborazione con il dipartimento di scienze umanistiche della comunicazione e del turismo dell’Università della Tuscia di Viterbo; con la società tarquinense d’Arte e Storia, e con il sostegno del Comune di Tarquinia, della Fondazione Carivit e dell’associazione Amici del Cardarelli. Si tratta di un concorso a carattere nazionale, che si concluderà sabato 18 aprile, al quale hanno aderito 17 scuole, provenienti da Palermo, Cosenza, Otranto, Castellammare di Stabia, Portici, Caserta, Civitavecchia, Vetralla, Viterbo, Montefiascone, Spoleto, Arezzo, Perugia, Pesaro, Busto Arsizio e Tarquinia, per complessivi 38 studenti e 17 docenti partecipanti. Grazie alla Fondazione Carivit, 12 scuole provenienti da località poste a oltre 50 km da Tarquinia, potranno essere ospitate in strutture del centro storico.

Giovedì 16 aprile alle 18, presso la sala consiliare del Comune di Tarquinia avrà luogo la cerimonia di inaugurazione e l’insediamento della giuria, composta dal prof. Alessandro Parrella, prof. Antonino Petrolino, prof.ssa Maria Francesca Petrocchi, prof. Angelo Maria Contadini e prof.ssa Anna Alfieri, seguita da un benvenuto musicale dell’Accademia Tarquinia Musica. La prova del certame si svolgerà venerdì mattina, alle ore 8,30, nell’Aula Magna dell’IISS Cardarelli, avrà la durata di sei ore e consisterà nell’analisi di una lirica di Vincenzo Cardarelli. Per questa prima edizione opera di riferimento saranno le poesie dell’autore.

“Siamo pienamente soddisfatti delle adesioni al primo “Certame Cardarelliano” – afferma la dirigente scolastica dell’IISS Cardarelli Laura Piroli – che hanno conferito alla manifestazione un carattere decisamente nazionale. Ringrazio in primo luogo la professoressa Manuela Nardella per avere pensato e realizzato questa iniziativa, la Fondazione Carivit di Viterbo e l’amministrazione comunale di Tarquinia, in particolare il sindaco Mauro Mazzola, l’assessore all’istruzione Sandro Celli e il presidente della commissione cultura Angelo Centini, il DISUCOM dell’Università della Tuscia, la società Tarquiniense d’Arte e Storia e l’associazione Amici del Cardarelli, e tutti coloro che sostenendo l’iniziativa hanno dimostrato grande sensibilità per i temi della cultura e dell’istruzione”.

“È stato emozionante ricevere richieste provenienti da Palermo a Busto Arsizio – dichiara la professoressa Nardella, ideatrice dell’evento –. Un grazie particolare sento di rivolgerlo alla preside Piroli, che ha creduto fin dall’inizio in questa iniziativa e l’ha voluta e perseguita con tenacia e grande entusiasmo. Ci siamo impegnati per offrire alle delegazioni partecipanti un ricco ventaglio di esperienze: oltre alla competizione, studenti e docenti avranno modo di scoprire i tesori e i sapori di Tarquinia, di approfondire la conoscenza di Vincenzo Cardarelli e della nostra letteratura, di condividere con noi e con i nostri ragazzi anche momenti di svago e divertimento”.

Numerosi, infatti, gli eventi collaterali. Venerdì 17, alle 10,30, nella sala Sacchetti della società Tarquiniense d’Arte e Storia, si terrà una tavola rotonda sul tema “Varcare le soglie della libertà: l’incontro con la letteratura” a cura del DISUCOM Università della Tuscia; sempre venerdì, nel pomeriggio, gli ospiti si recheranno in visita alla Necropoli e al centro storico di Tarquinia, mentre la serata sarà dedicata alla musica presso il centro di aggregazione giovanile; sabato 18, nella sala consiliare del Comune di Tarquinia, alle ore 9,30 si terrà un convegno su Vincenzo Cardarelli, con il contributo dei seguenti relatori: M. Francesca Petrocchi, Clelia Martignoni, Valerio Magrelli e Silvia Morgani. Alle ore 12, sempre nella sala consiliare del Comune, si svolgerà la cerimonia di premiazione.