All’Epifania torna “Corri per la Befana”: il ricavato sarà devoluto all’ospedale

Pubblicità

Non aveva mai saltato un appuntamento, in trent’anni, e finalmente – dopo due anni di sosta forzata – torna la festa dell’Epifania più amata dai tarquiniesi, grandi e piccini: la mattina del 6 gennaio Tarquinia vivrà di nuovo “Corri per la Befana”, con il centro storico pronto a colorarsi di tanti bambini e il solito intento benefico a fare da sfondo.

Dalle 10, la mattina dell’Epifania vedrà piazza Matteotti iniziare a riempirsi per le iscrizioni, aperte a tutti i bambini da 0 a 12 anni, il cui ricavato andrà interamente devoluto all’acquisto di materiale utile al lavoro di medici e infermieri dell’ospedale di Tarquinia.

Alle 11, poi, il via alla corsa/camminata non competitiva, che porterà i bambini per le vie del centro, in attesa di vederli tornare in piazza Cavour dove, come premio, riceveranno un giocattolo ciascuno. A chiudere la mattinata, la Befana dei Vigili del fuoco di Viterbo che scenderà dalla torre dell’orologio del palazzo comunale per giungere in piazza a salutare i bambini.

L’organizzazione fa, come da tradizione, capo ad Atletica ‘90 Tarquinia, con il supporto del Comune di Tarquinia e la preziosa collaborazione di Etruscan Castle della Croce Rossa di Tarquinia, dei volontari di Protezione Civile e AEOPC e delle forze dell’ordine.


Per l’Epifania i re magi a dorso di cammello arrivano al presepe vivente di Tarquinia

Il 6 gennaio, alle 16,30, il corteo dalla Barriera San Giusto percorrerà le vie del centro storico per raggiungere la Natività

Dopo il successo della seconda rappresentazione, con 1100 visitatori paganti per 1600 presenze, il presepe vivente di Tarquinia si appresta a vivere, il 6 gennaio, il gran finale con l’arrivo dei re magi. Per l’Epifania la rievocazione toccherà il suo momento più atteso e apprezzato. Nel borgo medievale della chiesa di Santa Maria in Castello, l’antica Betlemme è pronta ad accogliere lo sfarzoso corteo che attraverserà le vie del centro storico. A dorso di cammello, i re magi partiranno alle 16,30 dalla Barriera San Giusto per percorrere corso Vittorio Emanuele, via Antica, piazza San Martino e via della Ripa, entrare dalla resecata del torrione di “Matilde di Canossa” e arrivare all’arco della Natività.

“Verso le 19,30, il corteo dei re magi, percorrendo via della Ripa, via delle Torri e corso Vittorio Emanuele – afferma l’associazione Presepe vivente Tarquinia -, ritornerà alla Barriera San Giusto con tutti i figuranti del presepe vivente per salutare il 2023 e dare appuntamento al prossimo anno”. Per chi non avesse ancora visto la rappresentazione un motivo in più per visitarla e scoprire le bellezze artistiche della città etrusca.

All’uscita della rievocazione sarà presente una navetta che effettuerà un servizio di trasporto per la Barriera San Giusto e il parcheggio di via delle Rose, all’incrocio con via Aurelia Vecchia. Le casse per la vendita dei biglietti, posizionate a piazza Cavour e in via Umberto I all’altezza di palazzo Bruschi Falgari, saranno aperte dalle 15 alle 18. L’ingresso per gli adulti costa 5 euro, per i bambini fino a 10 è gratuito. Organizzata dall’associazione Presepe vivente Tarquinia, la manifestazione è patrocinata da Regione Lazio (Lazio eterna scoperta), Provincia di Viterbo, Comune di Tarquinia e Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia ed è in collaborazione con Comitato San Martino, Associazione Anziani con l’hobby del modellismo e Parrocchia dei Santi Margherita e Martino. 

Ultime

A Canepina un incontro sulle truffe agli anziani e sul rapporto social-minori

“Stop truffe agli anziani” e “Social e minori: rischi,...

Sorpreso a spacciare droga, 18enne arrestato dai carabinieri

Nella serata del 3 febbraio, i carabinieri della Compagnia...

Il ladro di offerte religiose fermato a Canino

I carabinieri della stazione di Canino hanno identificato e...