3.6 C
Lazio

Andos tinge di rosa Tarquinia, in tante alla giornata organizzata dall’associazione “Donne Operate al Seno”

TARQUINIA – È stata straordinaria la risposta della città alla manifestazione organizzata dall’associazione nazionale “Donne Operate al Seno”, in collaborazione con il Comune, l’Università Agraria e il supporto della Pro Tarquinia e della Pro Loco Tarquinia. La giornata si è aperta con il convegno a palazzo Vitelleschi, sede del museo nazionale archeologico Tarquiniense, cui hanno partecipato il professor Riccardo Masetti, direttore del centro integrato di senologia della Fondazione Policlinico Universitario “Agostino Gemelli” e presidente Susan G. Komen Italia onlus, e i dottori Daniela Terribile, Gianluca Franceschini e Stefano Magno del centro interdipartimentale di senologia del policlinico Gemelli.

L'attice Rosanna Banfi
L’attice Rosanna Banfi

Ospite d’eccezione l’attrice Rosanna Banfi, madrina delle “Donne in Rosa”. Il sindaco Mauro Mazzola ha portato i saluti dell’amministrazione. “Sono orgoglio e fiero di vedere la grandissima partecipazione dei tarquiniesi. – ha detto il primo cittadino – Le vere protagoniste sono le donne che partecipano a questa festa, dimostrando il loro coraggio e la loro positività nei confronti di una malattia, che grazie ai progressi della ricerca scientifica, fa meno paura”.

Grande festa la sera in piazza Giacomo Matteotti. Centinaia i commensali della “Cena in rosa”, che hanno riempito il cuore del centro storico. Ad accompagnare la serata tanta buona musica e spettacoli di danza, fino all’emozionante momento del lancio dei palloncini rosa, che hanno “invaso” il cielo di Tarquinia. “Un’eccezionale testimonianza di solidarietà e affetto. – sottolinea l’Andos – Un dovuto e sentito ringraziamento alle istituzioni che ci sono state vicine e, in modo particolare, ai volontari che hanno lavorato per realizzare l’iniziativa”.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie