19.4 C
Lazio

HOME

TgNews24, a Viterbo l’informazione va in tv

La collaborazione tra TLN e ViterboNews24 fa nascere il Telegiornale

Covid: salgono a 114 i casi nella giornata di oggi

VITERBO - Sono 114 i casi accertati di positività al Covid-19 oggi nella provincia di Viterbo. Gli ultimi...

Tentano di raggirare un imprenditore, truffatori identificati e denunciati

TUSCANIA - In trasferta da Roma per tentare una truffa ai danni di un imprenditore ma sono stati identificati e denunciati dai...

Approvato il nuovo statuto dell’Università Agraria di Tarquinia

TARQUINIA – Approvato il nuovo statuto dell’Università Agraria di Tarquinia: giunge a compimento il progetto di riforma dell’ente. Punto cardine la modifica del sistema elettorale, che diventa a turno unico con un risparmio di circa 80mila euro rispetto al passato, grazie alla riduzione dei giorni di votazione, del numero dei seggi elettorali, dei presidenti di seggio e degli scrutatori, con una selezione che privilegia coloro che non hanno occupazione. Introdotta anche la riduzione del numero degli assessori e dei consiglieri, con conseguente abbattimento dei costi della politica e della macchina amministrativa.

Sancita l’incompatibilità tra ruolo di amministratore comunale e ruolo di amministratore dell’Università Agraria, nell’ambito del rispetto dei principi d’indipendenza e di autonomia. Modifiche anche alle finalità e agli scopi dell’ente: introdotte la tutela del paesaggio; la conservazione del territorio quale bene collettivo; la valorizzazione dei beni archeologici, ambientali e culturali; l’attenzione alla biodiversità animale e alla diffusione del regime biologico in agricoltura. Il nuovo documento imprime un punto di vista dinamico e moderno alle proprietà collettive. Un’esigenza di cambiamento necessaria e opportuna per l’attualizzazione della materia e la sua salvaguardia.

Ampliata la platea degli utenti che diventano tutti i cittadini di Tarquinia, compresi i minorenni, riservando il diritto di voto a chi ha compiuto i diciotto anni. Un percorso che ha creato non pochi contrasti nell’ambito della necessaria dialettica politica: prima commissione a settembre 2014, cui si sono susseguiti commissioni e consigli dai toni spesso aspri. Il tutto chiuso con le due votazioni dell’1 e del 2 aprile. Lo statuto è stato approvato con la maggioranza assoluta dei voti rispondendo ai quorum necessari, un atto coraggioso e dovuto nel rispetto dei cittadini. La maggioranza esprime la massima soddisfazione, per una riforma necessaria e opportuna.

- Advertisement -

Altre notizie

Mercatino dell’antico, domenica in Piazza dei Caduti e in via Ascenzi

VITERBO - Domenica 18 ottobre, terza domenica del mese, torna l’appuntamento in centro con il Mercatino dell’antico. A ricordarlo è l’assessore allo...

Tromba d’aria sul litorale

Il maltempo flagella il litorale laziale. Questa notte i Vigili del fuoco della caserma Bonifazi sono stati impegnati, a causa delle forti...

Fugge dopo un sinistro, rintracciata e denunciata dai carabinieri

CASTEL DEL PIANO - I carabinieri di Castel del Piano hanno denunciato alla Procura di Grosseto una donna originaria degli Stati Uniti...

I Templari Castell’Araldo e il fiume Marta, il 16 ottobre un convegno a tema

MARTA - Nella sala consigliare del Comune di Marta, generosamente offerta dall’amministrazione comunale, venerdì 16 ottobre dalle ore 15.30 si terrà il...

Screening all’istituto Alberghiero di Viterbo

VITERBO - È iniziato ieri mattina lo screening, promosso da Regione Lazio e gestito dall'equipe medica della ASL di Viterbo, presso il...

L’assessore Notazio: “Le bellezze del nostro territorio alla fiera internazionale del Turismo di Rimini”

MONTEFIASCONE - Il Comune di Montefiascone protagonista alla Fiera del Turismo di Rimini. L’assessore al turismo Fabio Notazio, dopo le nuove iniziative...