“Da aprile 16 incendi”, l’As.Vo.M. di Montefiascone reperibile tutti i giorni

asvom montefiscone
I mezzi dell’As.vo.m

MONTEFIASCONE – I volontari dell’As.Vo.M. di Montefiascone stilano un primo bilancio a una settimana dall’inizio della campagna antincendio. “Da aprile – dice l’associazione – siamo già intervenuti in 11 incendi, altri 5 principi d’incendio nel territorio comunale di Montefiascone ma anche nei comuni di Bolsena, Celleno e Roccalvecce. L’associazione,  su chiamata della sala operativa della Regione Lazio, è intervenuta ieri per lo spegnimento di due vasti incendi: il primo in località Madonnella a Montefiascone alle ore 12:30 e l’altro a  Roccalvece di notevolissime dimensioni nel pomeriggio intorno alle ore 15. In località Madonnella la squadra dell’As.Vo.M. è intervenuta con il camion Scam mentre, nell’altro incendio a Roccalvecce con due squadre equipaggiate con il camion Bremach e Unimog”.

Nella campagna a.i.b. 2017, che durerà fino al 30 settembre, i volontari dell’associazione effettueranno turni tutti i giorni con una squadra reperibile e pronta alla partenza sia nella mattina che nel pomeriggio, ed una seconda su chiamata, in caso di telefonate di emergenza dalla sala operativa regionale, o su segnalazione delle forze dell’ordine del territorio o dei singoli cittadini. Per la campagna antincendio boschivo 2017 l’As.Vo.M. mette in campo i seguenti mezzi antincendio: camion Unimog (3mila litri di acqua), camion Scam (capienza di 2mila litri), ed il camion Bremack (1000 litri). Effettueranno i vari turni giornalieri oltre 20 volontari divisi in squadre. In caso di incendio contattare il 803555 della sala operativa regionale, il 115 dei Vigili del Fuoco, o i recapiti telefonici dell’As.Vo.M.: 0761826994 (sala operativa h.24), 3665734152 (Responsabile operativo), 3713866587 (Coordinatore interventi), 3887292622 (Presidente).

“Consigliamo ai concittadini,  a causa della forte siccità di quest’anno, di proteggere e di mettere in sicurezza i terreni con la ripulitura dei fondi – aggiunge l’associazione -. Infatti nonostante la celerità degli interventi il fuoco può propagarsi velocemente. Per questo ricordiamo che è in vigore l’ordinanza sindacale con il divieto assoluto di accendere fuochi fino al 30 settembre e di provvedere alla ripulitura dalle erbe infestanti dei terreni. Infatti i mesi più caldi (luglio ed agosto) ancora devono arrivare e per questo il rischio incendi è e rimarrà molto elevato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.