Attività di ricerca di materiali di cava senza autorizzazione, sanzione di 20mila euro

I carabinieri Forestali di Viterbo, con la collaborazione del comune di Bomarzo, hanno accertato dell’attività di ricerca di materiali di cava (sabbia e ghiaia) in assenza della prevista autorizzazione comunale. L’ attività di ricerca dei materiali, utilizzati poi nei lavori edili, deve essere infatti preventivamente autorizzata dal comune mediante presentazione di un piano di ricerca che prevede inoltre il divieto di commercializzazione del materiale ricercato.

L’importo della sanzione notificata al titolare della società gestore della cava di 20mila euro. Le attività di controllo delle attività estrattive poste in essere dai Carabinieri Forestali, sono finalizzate alla verifica del rispetto dei confini di cava autorizzati, al fine di scongiurare una indebita estrazione di materiali oltre alla verifica della corretta esecuzione dei ripristini ambientali delle aree di escavazione dismesse.

Ultime

Luca Mocchegiani Carpano apre il ciclo di incontri “Tra terra e mare”

 Le strutture portuali di epoca romana di Testaccio, dal...

Donna rischia di annegare a Spinicci. Salvata dall’Ispettore di Polizia Locale Paolo Monti

Nel tardo pomeriggio del 29 giugno, sul litorale tarquiniese,...

A Vulci ripartono le campagne di scavo

Su concessione del Ministero della Cultura, al parco archeologico...

Presentati i risultati degli scavi a Falerii Novi

Il 24 giugno scorso si è conclusa felicemente la...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.