9.8 C
Lazio

Atto aziendale: “Irresponsabile modificarlo senza convocare i sindaci”

VITERBO – “Se per il commissario della Asl Macchitella le modifiche dell’atto aziendale non sono rilevanti, per noi sindaci è mancanza di trasparenza e del rispetto delle regole”. Lo affermano i primi cittadini del centrodestra di Montalto di Castro, Blera, Bassano in Teverina, San Lorenzo Nuovo, Soriano nel Cimino, Tessennano, Tuscania, Vasanello, Vetralla, Monte Romano, Bolsena, Villa San Giovanni in Tuscia, Latera, Barbarano Romano, Sutri. “Apportare le modifiche senza convocare la conferenza dei sindaci – aggiungono – è un’azione irresponsabile. Tra l’altro, considerato che alcuni consiglieri regionali hanno già proposto un ricorso al Tar, tale atteggiamento rischia di compromettere il buon andamento dei rapporti con il territorio. Macchitella non può utilizzare il sindaco Michelini come segretario che ratifica ai sindaci le modifiche apportate, né è corretto riunire il comitato ristretto per farsi ratificare decisioni non discusse in sede di conferenza dei sindaci.

Forse è giunto il momento che il Presidente Zingaretti liberi la Asl di Viterbo da questo troppo lungo commissariamento, nominando il direttore generale. Michelini, nelle sue vesti di presidente dell’assemblea dei sindaci, convochi immediatamente l’assemblea dimostrando di essere un presidente al di sopra delle parti e inserendo all’ordine del giorno, oltre all’esame dell’atto aziendale, anche il rinnovo della consulta d’ambito che oramai da troppo tempo non ha più rappresentanti del centro destra nel proprio interno”.

LEGGI ANCHE  Distacco funzionale di tre agenti della Polizia locale, Comune e procura rinnovano accordo
- Advertisement -

Altre notizie

LEGGI ANCHE  È morto Mario Miani, commerciante storico di Viterbo