15.5 C
Lazio

HOME

Pusher arrestato dalla Mobile, eroina e cocaina in casa

VITERBO - La Squadra Mobile ha arresto in flagranza per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio di un cittadino albanese di...

Asl: “Da domani operativo il team per il servizio a domicilio dei pazienti positivi”

VITERBO - Da domani, su tutto il territorio provinciale, sarà operativo il primo Team Uscovid della Asl di Viterbo.

Oggi sono 39 i nuovi casi di positività al Covid nella Tuscia

Gli ultimi referti di positività sono collegati a tamponi eseguiti su cittadini residenti o domiciliati nei seguenti comuni: 12 a Viterbo, 4 a Castel Sant’Elia, 3 a Vallerano, 2 a Nepi, 2 a Ronciglione, 2 a Civita Castellana, 1 a Oriolo Romano, 1 a Marta, 1 a Vitorchiano, 1 a Monterosi, 1 a Vetralla, 1 a Grotte di Castro, 1 a Bassano Romano, 1 a Blera, 1 a Capodimonte, 1 a Caprarola, 1 a Corchiano, 1 a Farnese, 1 a Faleria e 1 ad Acquapendente

Blasi (M5S Lazio): “Casa del parto non sicura”

TARQUINIA – “Ho richiesto formalmente la copia del verbale della riunione del 10 marzo tenutasi alla Asl di Viterbo sulla ‘Casa del parto’ di Tarquinia per capire nel dettaglio come si intende andare avanti con questo progetto insano. Sembra che si proceda in maniera inarrestabile per tenere in piedi una struttura nell’ospedale di Tarquinia senza requisiti di sicurezza, forse per compiacere qualche appetito politico”.

Lo afferma la consigliera regionale del Movimento Cinque Stelle sulla questione relativa alla chiusura del reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Tarquinia. Il reparto, come già annunciato, sarà trasferito alla Asl di Civitavecchia lasciando un presidio, Casa del parto, nella cittadina etrusca.

“Nessun ginecologo consiglierebbe alla propria paziente di andare a partorire in una struttura simile – continua Blasi -. Si spenderanno molti soldi pubblici per ristrutturare un reparto dove andranno a partorire forse 20 donne all’anno. Perché non si usano quei fondi per finanziare il parto in analgesia? Un’opzione di civiltà e rispetto della donna, che è realtà  in provincia di Grosseto e a Roma. Come al solito in provincia si rimane indietro per scelte politiche per niente lungimiranti e si spingono i cittadini al pendolarismo sanitario”.

 

- Advertisement -

Altre notizie

Mercatino dell’antico, domenica in Piazza dei Caduti e in via Ascenzi

VITERBO - Domenica 18 ottobre, terza domenica del mese, torna l’appuntamento in centro con il Mercatino dell’antico. A ricordarlo è l’assessore allo...

Tromba d’aria sul litorale

Il maltempo flagella il litorale laziale. Questa notte i Vigili del fuoco della caserma Bonifazi sono stati impegnati, a causa delle forti...

Fugge dopo un sinistro, rintracciata e denunciata dai carabinieri

CASTEL DEL PIANO - I carabinieri di Castel del Piano hanno denunciato alla Procura di Grosseto una donna originaria degli Stati Uniti...

I Templari Castell’Araldo e il fiume Marta, il 16 ottobre un convegno a tema

MARTA - Nella sala consigliare del Comune di Marta, generosamente offerta dall’amministrazione comunale, venerdì 16 ottobre dalle ore 15.30 si terrà il...

Screening all’istituto Alberghiero di Viterbo

VITERBO - È iniziato ieri mattina lo screening, promosso da Regione Lazio e gestito dall'equipe medica della ASL di Viterbo, presso il...

L’assessore Notazio: “Le bellezze del nostro territorio alla fiera internazionale del Turismo di Rimini”

MONTEFIASCONE - Il Comune di Montefiascone protagonista alla Fiera del Turismo di Rimini. L’assessore al turismo Fabio Notazio, dopo le nuove iniziative...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.