18.9 C
Viterbo
domenica 13 Giugno 2021

Blasi (M5S Lazio): “Casa del parto non sicura”

TARQUINIA – “Ho richiesto formalmente la copia del verbale della riunione del 10 marzo tenutasi alla Asl di Viterbo sulla ‘Casa del parto’ di Tarquinia per capire nel dettaglio come si intende andare avanti con questo progetto insano. Sembra che si proceda in maniera inarrestabile per tenere in piedi una struttura nell’ospedale di Tarquinia senza requisiti di sicurezza, forse per compiacere qualche appetito politico”.

Lo afferma la consigliera regionale del Movimento Cinque Stelle sulla questione relativa alla chiusura del reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Tarquinia. Il reparto, come già annunciato, sarà trasferito alla Asl di Civitavecchia lasciando un presidio, Casa del parto, nella cittadina etrusca.

“Nessun ginecologo consiglierebbe alla propria paziente di andare a partorire in una struttura simile – continua Blasi -. Si spenderanno molti soldi pubblici per ristrutturare un reparto dove andranno a partorire forse 20 donne all’anno. Perché non si usano quei fondi per finanziare il parto in analgesia? Un’opzione di civiltà e rispetto della donna, che è realtà  in provincia di Grosseto e a Roma. Come al solito in provincia si rimane indietro per scelte politiche per niente lungimiranti e si spingono i cittadini al pendolarismo sanitario”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie