Commercio abusivo sulla spiaggia, sequestrati 1800 articoli

[ad id=”749″]MONTALTO DI CASTRO – Operazione congiunta stamani della Guardia di finanza della Compagnia di Tarquinia e del Comando provinciale di Viterbo, e della polizia locale contro la contraffazione e il commercio ambulante abusivo sulla spiaggia. Gli agenti e i baschi verdi hanno sequestrato circa 1800 articoli di vario genere tra cui bigiotteria, attrezzature balneari, costumi da bagno, giochi da mare e occhiali da sole. Il valore stimato della merce sequestrata si aggira sui 20mila euro, mentre sono state erogate sanzioni per oltre 15mila euro a carico di tre venditori abusivi.

Sequestrate, altresì, 200 paia di occhiali recanti marchi di fabbrica contraffatti per un valore commerciale di circa 2mila euro a carico di un venditore ambulante di origini extracomunitarie che, alla vista dei finanzieri, dopo aver abbandonato la merce, si è dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce tra i numerosi bagnanti che in quel momento affollavano la spiaggia.

Le attività operate testimoniano il costante impegno profuso dal Corpo a presidio della legalità, al fine di tutelare gli operatori economici “regolari” dalla sleale e illecita concorrenza degli abusivi e di coloro che vendono merci fuori norma, ma anche l’obiettivo di evitare che gli esercenti che rispettano gli obblighi di emissione dei documenti fiscali finiscano con il risultare indebitamente “svantaggiati” rispetto a loro concorrenti che violano le norme tributarie e conseguono, pertanto, un ingiusto arricchimento.

L’operazione è stata fortemente voluta dall’assessorato al commercio del Comune di Montalto di Castro e di comune accordo con il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Viterbo.

“Il rispetto della legalità è un caposaldo della nostra amministrazione – dichiara l’assessore al commercio Marco La Monica -. In questa ottica, l’attività di stamani ha voluto porre l’accento, ancora una volta, sull’importanza dei principi morali e civili che animano la nostra azione di governo”.

“Con questa operazione congiunta – aggiunge il vicesindaco e delegato alla sicurezza Luca Benni – abbiamo inflitto un duro colpo al commercio abusivo ambulante nel nostro territorio. Già nella stagione precedente avevamo iniziato a combattere questo fenomeno che dà una brutta immagine del nostro territorio e non tutela chi legittimamente svolge la propria attività commerciale. Ringrazio il Comando provinciale di Viterbo e la Compagnia di Tarquinia della Guardia di Finanza che in sinergia con il nostro Corpo di Polizia Locale si sono contraddistinti per professionalità e competenze”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.