Controlli d’estate, 64 incidenti stradali e 51 persone ferite

La Polizia Stradale di Viterbo traccia il bilancio della Campagna Estate sicura: mancato uso delle cinture di sicurezza, uso del telefonino alla guida, eccesso di velocità sono state le infrazioni maggiormente contestate

VITERBO – Sessantaquattro incidenti stradali, di cui uno dall’esito mortale; trentotto con lesioni e venticinque con soli danni alle cose, per un totale di 51 persone rimaste ferite. In un caso, il mezzo coinvolto è stato un veicolo commerciale superiore a 3,5 t, mentre, in un’altra situazione, si è trattato di un autobus.

E’ il bilancio della Polizia Stradale della Campagna “Estate sicura”, che da giugno ad agosto ha visto circa settecento pattuglie pattugliare le strade della provincia di Viterbo.

Rilevante è stata l’attività di verifica effettuata degli agenti della Polizia di Stato, che ha portato al controllo di circa 4.500 veicoli e ad irrogare 1.897 sanzioni al codice della strada, con il ritiro di 61 tra patenti e carte di circolazione, nonché alla decurtazione di 1.874 punti-patente.

Mancato uso delle cinture di sicurezza, uso del telefonino alla guida, eccesso di velocità sono state le infrazioni maggiormente contestate, anche grazie all’utilizzo del telelaser e dell’autovelox. 1.187 sono stati gli interventi posti in essere sulle strade per le attività di soccorso e 3.005 automobilisti sono stati controllati tramite il precursore, l’etilometro ed il “drug-test” durante i servizi diurni e notturni. Di questi, 18 sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope. “Terminata l’estate, gli agenti della Polstrada fanno sapere che si preparano ad affrontare il periodo autunnale con la medesima attenzione e professionalità.