10.9 C
Lazio

Contributi associazioni settore sociale, online il bando pubblico

IL BANDO
Domande entro il prossimo 7 dicembre

Natale: Forza Italia lancia la campagna per gli acquisti a Viterbo

VITERBO - (ricev. e pubb.) "Come già avvenuto in Francia, con la mobilitazione di esponenti politici e del mondo della cultura, anche in Italia...

“Controlli non chiusure”, in piazza i commercianti contro l’ordinanza sindacale

MONTALTO DI CASTRO – Dissenso di alcuni commercianti del lido contro l’ordinanza del Comune di Montalto sulle nuove misure di prevenzione per contrastare la diffusione del virus sul territorio.

Una quindicina di persone, tra ristoratori, commercianti e operatori balneari questa mattina sul lungomare Harmine hanno messo in atto una forma di protesta sul testo dell’ordinanza che ordina nei giorni festivi – per tutta la giornata – il divieto di stazionamento e transito pedonale nei comprensori di Marina di Montalto e Pescia Romana. “Un provvedimento necessario – aveva comunicato il sindaco facente funzioni Luca Benni – a seguito degli assembramenti che si sono venuti a creare lo scorso fine settimana con il rischio di aumentare i contagi sul nostro territorio”.

“Montalto Marina non è più in zona gialla ma in zona rossa – dicono i commercianti -. Siamo venuti a conoscenza dell’ordinanza nel pomeriggio di ieri solo attraverso Facebook e non abbiamo avuto modo di organizzarci. Il litorale vive di turismo soprattutto durante il weekend e imporre il divieto di passeggiare la domenica è un danno economico che pagheremo caro”.

Dal canto suo il sindaco f.f. Luca Benni, prendendo atto dell’attuale situazione di emergenza sanitaria, in cui ancora in tanti non rispettano le tre principali regole per contenere la pandemia, ovvero indossare la mascherina, distanziamento e igiene delle mani, è dovuto urgentemente incorrere a un provvedimento più restrittivo ma che consente comunque di usufruire dei servizi commerciali della zona.

Al lido i commercianti hanno occupato il marciapiede del lungomare con tavoli e cartelli chiedendo controlli e non chiusure. “È giusto contenere l’epidemia salvaguardando la salute comune – aggiungono i commercianti – ma questo non significa che ci devono togliere il diritto di lavorare. Con i dovuti controlli da parte del Comune e delle forze dell’ordine si poteva benissimo contenere quantomeno la situazione a Montalto Marina”.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la polizia locale che hanno preso le generalità di tutti in quanto la protesta non era stata formalizzata e dunque non autorizzata secondo le normative vigenti in merito a manifestazioni pubbliche. Probabilmente i partecipanti saranno tutti sanzionati.

- Advertisement -

Altre notizie

Natale: Forza Italia lancia la campagna per gli acquisti a Viterbo

VITERBO - (ricev. e pubb.) "Come già avvenuto in Francia, con la mobilitazione di esponenti politici e del mondo della cultura, anche in Italia...

Lega Viterbo: “Al via una raccolta di pc e tablet da donare agli studenti viterbesi più bisognosi”

VITERBO - Il coordinamento Lega di Viterbo, nell’ambito delle iniziative di promozione sociale e culturale,  ha avviato una campagna di raccolta per giovani studenti...

Proseguono con successo le visite guidate nel cuore della Tuscia

VITERBO - Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. In Etruria, iniziando proprio dal capoluogo della Tuscia, ci...

“Fasti e i misteri della famiglia Bruschi Falgari”, il 14 novembre, e la passeggiata “Dalle Arcatelle al tempo”, il 15 novembre

TARQUINIA - Natura, arte e rispetto delle disposizioni anticovid. È quanto propone la guida turistica tarquiniese Claudia Moroni per il weekend del 14 e...

Umberto Fusco: “A Giulivi i più sinceri auguri per una pronta guarigione”

Ho appena appreso che il Sindaco di Tarquinia, Alessandro Giulivi, è risultato positivo al Covid-19. La positività al coronavirus sarebbe emersa a seguito di un...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.