Controlli velocità, parte l’iniziativa per ridurre le vittime sulle strade

Distrazione alla guida, mancato rispetto della precedenza e velocità elevata sono i comportamenti errati degli automobilisti. Tra le vittime in aumento pedoni e motociclisti

VITERBO – Al via la “Speed Marathon”, l’iniziativa europea di sensibilizzazione contro l’eccesso di velocità cui ha aderito la Polizia Stradale italiana, promossa dal network europeo Tispol.

Mercoledì 3 aprile è stata la giornata di controlli a tappeto, che ha visto impegnate le pattuglie della Polizia Stradale su tutte le strade e autostrade del Paese. L’obiettivo della maratona contro gli eccessi di velocità è quello di incrementare i livelli di sicurezza sulle strade e ridurre il numero di vittime da incidente stradale.

Nel 2017 sono stati 174.933 gli incidenti stradali con lesioni a persone in Italia, in leggero calo rispetto al 2016, con 3.378 vittime e 246.750 feriti. Il numero dei morti torna a crescere rispetto al 2016 (+95 unità, pari a +2,9%) dopo la riduzione registrata lo scorso anno. Tra le vittime sono in aumento i pedoni (600, +5,3%) e soprattutto i motociclisti (735, +11,9%), mentre risultano pressoché stabili gli automobilisti deceduti (1.464, -0,4%); in calo ciclomotoristi (92, -20,7%) e ciclisti (254, -7,6%).

Rispetto all’anno precedente gli incidenti e i feriti registrano una lieve diminuzione (-0,5% e -1,0%). Stabile il numero dei feriti gravi. Nell’Unione Europea, il numero delle vittime di incidenti stradali diminuisce nel 2017, seppure in misura contenuta (-1,6% rispetto al 2016): complessivamente, sono state 25.315 contro 25.720 del 2016. Ogni milione di abitanti, nel 2017 si contano 49,7 morti per incidente stradale nella U.E. e 55,8 nel nostro Paese, che scende dal 14° al 18° posto della graduatoria europea.

Tra i comportamenti errati più frequenti vi sono la distrazione alla guida, il mancato rispetto della precedenza e la velocità troppo elevata (nel complesso il 40,8% dei casi) – dati Istat -.

Sul sito www.poliziadistato.it è pubblicata la lista delle tratte in cui sono attivi i servizi
di controllo della velocità tramite misuratori elettronici. L’iniziativa si colloca nell’ambito delle azioni di sensibilizzazione promosse dall’Unione Europea per la decade 2011-2020, con l’obiettivo di dimezzare il numero di decessi da incidenti stradali e diminuire il numero dei feriti gravi in Europa e nel mondo.

Nella Tuscia, le pattuglie della sezione Polizia Stradale di Viterbo e quelle dei distaccamenti di Monterosi e Tarquinia sono state impegnate sulle principali arterie in
servizi mirati di controllo dei limiti di velocità. L’attività si è concentrata soprattutto sulla SS675, la SR2 “Cassia” e la SS1 “Aurelia”, e verrà effettuata tramite l’utilizzo
dell’apparecchiatura “telelaser”, la quale consente di verificare a distanza ed in tempo reale la velocità del veicolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.