9.6 C
Lazio

Dalla Regione 40mila euro per la videosorveglianza

TARQUINIA – Con una determinazione della Regione Lazio il Comune di Tarquinia viene inserito nella graduatoria e ammesso al contributo di 40 mila euro per la realizzazione di sistemi di video sorveglianza in aree degradate.

L’amministrazione comunale ha partecipato all’avviso pubblico per la concessione di contributi per la realizzazione di sistemi videosorveglianza, acquisizione e gestione delle informazioni,
riqualificazione delle aree degradate.

La giunta Giulivi con delibera n. 176 del 17/09/2020 approva il progetto definitivo protocollato in data 15/09/2020 denominato: “Ampliamento impianto di videosorveglianza finalizzato all’aumento
dei livelli di sicurezza ed interconnessione degli impianti esistenti – Scuola Asilo Nido Luca Leoni, Scuola Asilo Nido Trieste Valdi, Scuola Elementare Corrado e Mario Nardi.

L’intervento in progetto vuole fungere da deterrente alle attività criminali al fine di garantire una maggiore sicurezza pubblica ed uno sviluppo organico ed economico nel pieno rispetto della
legalità, individuando alcune aree più sensibili del territorio, tutte di proprietà pubblica, già servite da infrastruttura in fibra ottica, in cui si ritiene più necessario rispetto ad altre, effettuare il
monitoraggio.

Nell’ambito dei programmi di sicurezza partecipata e di recupero della cultura della legalità, l’esigenza della sicurezza viene affrontata da questo Ente nella convinzione che una strategia
integrata contribuisca ad innalzare le attuali aspettative in termini di sicurezza e di vivere la città.

In tal senso, il presente progetto si pone l’obiettivo di estendere la “sicurezza integrata” anche alla popolazione scolastica e genitoriale conseguente, nonché agli abitanti di quartieri di insediamento.
Obiettivo primario dell’intervento è quello di aumentare la vivibilità degli spazi interni ed esterni delle scuole, estendendo il controllo sulla sicurezza, alle aree dei quartieri di insediamento, in taluni
casi, periferici e distanti dalle istituzioni e dalle forze dell’ordine, ottenendo, implicitamente, una maggiore prevenzione e un maggior contrasto dei fenomeni di inciviltà e criminalità diffusa e
predatoria che, talvolta caratterizzano questi contesti territoriali.

LEGGI ANCHE  Covid: cinquantadue nuovi casi nella Tuscia, sette a Montalto di Castro

Il costo complessivo del progetto è di euro 63mila suddiviso in apparecchiature, cavidotti, infrastrutture varie ed altro, di cui 40 mila finanziati dalla Regione Lazio e 23mila euro come quota
parte del comune di Tarquinia.

“La sicurezza dei nostri cittadini è per noi fondamentale – dichiara il sindaco Giulivi – e faremo tutto ciò che è nelle nostre potenzialità per poterla garantire con progetti mirati, soprattutto in aree
più periferiche con alta concentrazione di ragazzi ed eventuali pericoli.

Questo contributo economico è un incentivo a migliorare la nostra città, continueremo a lavorare per migliorare la vita dei cittadini nonostante questo periodo di grandi difficoltà economiche e sociali”.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie

LEGGI ANCHE  Muore a 17 anni investito da un treno mentre realizza un video sui social