Dieci persone denunciate per indebita percezione del reddito di cittadinanza

Pubblicità

Nell’ambito della specifica attività di controllo predisposta dal Comando provinciale di Viterbo, i carabinieri della stazione di Marta, unitamente ai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Viterbo, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Viterbo una 35enne straniera per il reato di indebita percezione del reddito di cittadinanza.

Nello specifico, i militari, dai controlli incrociati, hanno accertato che la donna, al fine di ottenere il beneficio, aveva omesso il reddito percepito dal marito convivente e dichiarato falsamente di risiedere in Italia da dieci anni. Nel corso dell’anno, le stazioni Carabinieri di Castiglione in Teverina ed Acquapendente avevano già riscontrato incongruenze nella documentazione (falsa residenza, omessa dichiarazione redditi da attività lavorative, ecc.) presentata da 4 persone, tutte segnalate all’autorità giudiziaria. La stazione di Grotte di
Castro, inoltre, aveva denunciato altre 5 persone, tre stranieri e due italiani, che allo stesso modo, in fase di presentazione dell’istanza, avevano prodotto false dichiarazioni. A tutti è stato immediatamente sospesa l’erogazione del beneficio ed avviata la procedura tesa al recupero delle somme indebitamente percepite. Complessivamente 36.500 euro il denaro illecitamente incassato a danno delle casse dello Stato.

Ultime

Bolsena inizia a trasformarsi nell’antica Betlemme

Bolsena inizia a trasformarsi nell’antica Betlemme. È partito il...

Ragazza tenta il suicidio gettandosi dalla finestra, salvata dagli agenti della Polizia di Stato

Lo scorso 30 novembre il personale della squadra volante...

Si finge direttore delle poste e truffa coppia di anziani, denunciata

Era il 25 settembre quando una coppia di anziani...