Una equipe dell’Università Federico II per mappare i siti archeologici del territorio

SAN LORENZO NUOVO – Il territorio del Comune di San Lorenzo Nuovo continua ad essere oggetto di studi e ricerche di carattere archeologico.
In questi giorni infatti una equipe di studenti universitari dell’Università degli Studi Federico II di Napoli gestita e coordinata dal dottor Lorenzo Fiorillo sta effettuando una campagna di ricognizione dei beni archeologici presenti nell’area al fine di realizzare una carta archeologica digitale agevolmente utilizzabile a scopo di ricerca, gestione e valorizzazione e che possa fungere anche da modello per altre esperienze analoghe.

Una prima campagna di ricognizione era stata già effettuata al termine dell’estate ed aveva portato ad interessanti scoperte nell’area sud del territorio comunale; le ricerche adesso sono, invece, incentrate nell’area nord del territorio, con la speranza di ulteriori ritrovamenti. L’attività in questione, come, peraltro, ogni altra di questo genere che si sviluppa sul territorio, è supportata dal locale Gruppo Archeologico Turan e dal Comune di San Lorenzo Nuovo.

“Questa attività rappresenta un’opportunità importante per il nostro territorio – dice il sindaco di San Lorenzo Nuovo, Massimo Bambini – in quanto porterà ad un ampliamento delle conoscenze sotto il profilo archeologico con benefici anche per il settore turistico. Ovviamente il Comune è sempre disponibile a favorire qualsiasi attività di ricerca incentrata sul nostro splendido territorio e che possa fungere da stimolo ed impulso per un suo sviluppo a 360 gradi”.