17.6 C
Viterbo
mercoledì 29 Settembre 2021

Festa mondiale della Croce Rossa, palazzo dei Papi si illumina di rosso

Palazzo dei Papi si illumina di rosso oggi 8 maggio, in occasione della festa mondiale del Movimento della Croce Rossa e Mezza Luna Rossa, a Viterbo rappresentato dal Comitato CRI, la cui ricorrenza ricorda la data di nascita del suo fondatore, Henry Dunant.

L’iniziativa si affianca all’esposizione della bandiera CRI prevista per l’intero fine settimana sulla facciata di palazzo dei Priori e palazzo del Drago, sede dell’assessorato ai servizi sociali (e anche sul palazzo della Prefettura). 

“Nei giorni scorsi – ha sottolineato il sindaco Giovanni Maria Arena – il presidente del comitato di Viterbo della CRI Marco Sbocchia mi ha consegnato la bandiera che domani andremo a esporre sulla facciata del nostro palazzo comunale. In quell’occasione ho rinnovato, a nome della città di Viterbo, tutta la nostra gratitudine verso l’operato della Croce Rossa Italiana, in particolar modo sul nostro territorio. Quest’anno, all’esposizione del loro vessillo vogliamo aggiungere un ulteriore segnale della nostra vicinanza, un modo per consolidare ulteriormente il forte legame con la nostra città”. 

“Un ringraziamento pubblico, che va oltre l’esposizione della bandiera – ha affermato l’assessore ai servizi sociali Antonella Sberna -. L’illuminazione di un importante monumento come il palazzo papale vuole testimoniare tutta la nostra riconoscenza, attenzione e collaborazione istituzionale con gli attori del terzo settore come la Croce Rossa Italiana, che, in tempi normali, e ancor più in tempi di pandemia, sono stati, e tuttora lo sono, a fianco delle istituzioni e dei cittadini che hanno bisogno di aiuto, supporto e assistenza”.

“Il palazzo papale, monumento che racchiude gran parte della storia della nostra città – ha aggiunto l’assessore ai lavori pubblici Laura Allegrini – torna a illuminarsi per una nobile causa. Resterà illuminato di rosso nelle ore notturne dell’intero fine settimana. Un modo per dire grazie alle donne e agli uomini della CRI per il prezioso lavoro portato avanti ogni giorno a fianco dei più vulnerabili e di chi soffre”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie