15 C
Lazio

HOME

Mercatino dell’antico, domenica in Piazza dei Caduti e in via Ascenzi

VITERBO - Domenica 18 ottobre, terza domenica del mese, torna l’appuntamento in centro con il Mercatino dell’antico. A ricordarlo è l’assessore allo...

Proroga concessioni demaniali, al via il rilascio delle prime autorizzazioni

MONTALTO DI CASTRO - L'amministrazione comunale rende noto che, a seguito del decreto Rilancio sulla proroga al 31 dicembre 2033 delle concessioni...

Covid: positivo un bambino della scuola primaria, classe in quarantena

TARQUINIA - "La Asl Viterbo ci ha informato che si sono registrate 8 nuove positività nella nostra città (tra cui un nucleo...

Furto ai panifici, rimane in carcere il 49enne arrestato l’estate scorsa

ORBETELLO – Sabato scorso i carabinieri della stazione di Porto Santo Stefano hanno arrestato un uomo di 49 anni, di Vibo Valentia, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale di Grosseto, su richiesta della procura di Grosseto per il reato di furto aggravato.

Il provvedimento cautelare, emesso in pieno accoglimento delle risultanze investigative fornite dai carabinieri di Porto Santo Stefano, ha fatto emergere indizi gravi dell’attribuibilità all’uomo dei reati di furto aggravato ai danni di due panifici del Comune di Monte Argentario, avvenuti tra il 17 e il 30 giugno scorso. Le indagini hanno permesso di costruire un quadro fortemente indiziario nei confronti dell’uomo, il quale, la notte del 1 luglio scorso, dopo aver asportato all’interno degli uffici di una macelleria nel centro di Orbetello la somma contante di circa 700 euro e vari oggetti di valore, è stato arrestato in flagranza di reato dai militari della Compagnia di Orbetello dopo un folle inseguimento nelle acque della laguna.

Inoltre, ad incastrare l’uomo, sono state le immagini acquisite dalle telecamere di videosorveglianza dei negozi in questione, che hanno messo in risalto alcune caratteristiche fisiche, come ad esempio particolari tatuaggi. Alla luce dei fatti riportati la misura cautelare emessa dal gip si è resa necessaria in quanto unica misura idonea a tutelare la sicurezza della collettività e a inibire il pericolo di reiterazione del reato da parte dell’arrestato.
La misura cautelare è stata eseguita presso la casa circondariale di Siena dove l’uomo si trova attualmente ristretto dal 1° luglio 2017 ovvero dal giorno dell’arresto operato dai militari dell’Arma.

- Advertisement -

Altre notizie

Mercatino dell’antico, domenica in Piazza dei Caduti e in via Ascenzi

VITERBO - Domenica 18 ottobre, terza domenica del mese, torna l’appuntamento in centro con il Mercatino dell’antico. A ricordarlo è l’assessore allo...

Tromba d’aria sul litorale

Il maltempo flagella il litorale laziale. Questa notte i Vigili del fuoco della caserma Bonifazi sono stati impegnati, a causa delle forti...

Fugge dopo un sinistro, rintracciata e denunciata dai carabinieri

CASTEL DEL PIANO - I carabinieri di Castel del Piano hanno denunciato alla Procura di Grosseto una donna originaria degli Stati Uniti...

I Templari Castell’Araldo e il fiume Marta, il 16 ottobre un convegno a tema

MARTA - Nella sala consigliare del Comune di Marta, generosamente offerta dall’amministrazione comunale, venerdì 16 ottobre dalle ore 15.30 si terrà il...

Screening all’istituto Alberghiero di Viterbo

VITERBO - È iniziato ieri mattina lo screening, promosso da Regione Lazio e gestito dall'equipe medica della ASL di Viterbo, presso il...

L’assessore Notazio: “Le bellezze del nostro territorio alla fiera internazionale del Turismo di Rimini”

MONTEFIASCONE - Il Comune di Montefiascone protagonista alla Fiera del Turismo di Rimini. L’assessore al turismo Fabio Notazio, dopo le nuove iniziative...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.