Furto di un roller cash di una banca di Vetralla, avviso di garanzia ad un 26enne

VETRALLA – I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Ronciglione, a parziale conclusione di una indagine che durava da gennaio 2015, hanno notificato un avviso di conclusione delle indagini preliminari e contestuale avviso di garanzia nei confronti di un 26enne per furto aggravato e ricettazione.

La vicenda nasce nel gennaio 2015 quando i militari riuscirono, durante un inseguimento, ad arrestare un uomo per il furto di un roller-cash presso la filiale della Banca di Credito Cooperativo di Vetralla. Nella circostanza per bloccare l’auto con la quale fuggiva i carabinieri esplosero dei colpi d’arma da fuoco.

Nell’immediatezza dei fatti i militari effettuarono i rilievi tecnici durante i quali, grazie anche all’ausilio del Ris (Raggruppamento investigazioni scientifiche) di Roma sono riusciti ad estrapolare il profilo genetico di un secondo uomo. L’analisi del profilo, unitamente all’incrocio dei dati in possesso dei carabinieri ed estrapolati dall’esame dei tabulati telefonici e dalle telecamere di sorveglianza della banca, hanno permesso di identificare l’odierno indagato.

L’autorità giudiziaria competente, accogliendo pienamente la tesi degli investigatori, ha emesso quindi l’avviso di conclusione delle indagini e contestuale avviso di garanzia che ieri è stato notifico a Roma.

Continuano comunque le indagini da parte dei militari per identificare gli altri complici del furto e risalire eventualmente a fatti analoghi commessi nella provincia a ridosso del periodo in questione.