Gli studenti dell’istituto Ettore Sacconi in visita a Bruxelles per l’Erasmus + Intercultural awareness by photography

Undici studenti delle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado dell’IC “Ettore Sacconi” di Tarquinia a Bruxelles per l’“Erasmus + Intercultural awareness by photography”. I ragazzi, accompagnati dai docenti referenti del progetto, hanno incontrato i loro coetanei delle delegazioni di Cipro, Polonia e Romania, per proseguire le attività didattiche.

“È stato necessario adattare i lavori alla luce dei limiti imposti prima dalla pandemia e poi dal conflitto tra Russia e Ucraina – spiegano dall’IC “Ettore Sacconi” -. La guerra ha reso precaria la situazione in Romania e Polonia, i Paesi ai quali spettava l’organizzazione e l’ospitalità degli ultimi due incontri del progetto. È stata scelta Bruxelles come sede, per garantire la necessaria sicurezza”. 

Gli studenti, dopo aver partecipato online a seminari di formazione relativi alle tecniche di ripresa fotografica in movimento e alla raccolta di foto in strada, hanno lavorato dal vivo utilizzando i percorsi di visita predisposti per riprendere i murales che tappezzano la città belga, raccogliere gli elementi che ritenevano migliori nel paesaggio e le immagini degli individui che trasmettevano emozioni. “I ragazzi hanno poi avuto modo di venire a diretto contatto con le istituzioni europee – proseguono dall’IC “Ettore Sacconi” -, le quali erano state precedentemente studiate. Il soggiorno didattico ha consentito un forte arricchimento: gli studenti hanno visitato la House of European History e i luoghi di maggiore interesse di Bruxelles: l’Atomium, l’Europa in miniatura, il museo del Design, la Grand Place e il giardino botanico”.  

Al termine del viaggio la delegazione tarquiniese è stata accolta al Parlamento Europeo dal dottor Alfredo Alagna. I ragazzi hanno visitato l’emiciclo e seguito in diretta i lavori in corso durante la seduta. “Gli studenti si sono resi conto della serie di intrecci attivati per consentire a tutti i membri di seguire gli interventi dei relatori, con traduzione in diretta, durante ciascuna seduta – concludono dall’IC “Ettore Sacconi” -. Forti di tale esperienza, i ragazzi proseguiranno i lavori del progetto, dal vivo, completandoli nell’ultimo incontro che avverrà a luglio, quando visiteranno il tribunale penale internazionale dell’Aja”.

Ultime

Bonus in edilizia, 47mila posti di lavoro in fumo a causa di crediti inesigibili dalle imprese

Il presidente di Confartigianato Imprese Viterbo, Michael Del Moro: "Servono lo sblocco immediato e certezze sulle norme per gli incentivi”

Fermato a bordo di un’auto con 300 grammi di cocaina

Un giovane di Viterbo è stato arrestato dagli agenti...

Paesaggi dell’Arte, il 2 luglio alla necropoli, il 3 luglio concerto al tramonto a Porto Clementino

Entra nel vivo la rassegna “Paesaggi dell’Arte” a Tarquinia,...

Uomo armato in piazza inveisce contro i presenti, bloccato da un militare

Momenti di paura lunedì scorso in piazza XX Settembre...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.