Hotel Margherita: il bilancio dell’incendio

0

MONTALTO DI CASTRO – Un hotel distrutto, una decina di auto divorate dalle fiamme e tanta paura. È il bilancio di un violento incendio che è divampato giovedì sera al residence Margherita a Montalto Marina.

Le fiamme si sarebbero propagate dal balcone della camera 306 del terzo piano della struttura, dove in una manciata di minuti hanno avvolto gli altri appartamenti. Cinquantanove gli ospiti all’interno, che sono riusciti ad evacuare lo stabile; una donna con problemi motori è stata tratta in salvo dagli stessi villeggianti. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito.

Il forte calore propagatosi verso l’esterno ha travolto tredici autovetture parcheggiate lungo via Tevere, la parallela del Lungomare Harmine. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco di Tarquinia, Viterbo, Civitavecchia e Orbetello, oltre a numerose squadre della Prociv Arci di Montalto e dell’Aeopc di Tarquinia. È stato anche necessario l’intervento dell’autoscala del comando provinciale dei Vigili del fuoco per domare l’incendio dall’alto. Carabinieri e Polizia di Stato hanno messo in sicurezza le aree adiacenti l’hotel, in attesa che i soccorritori terminassero l’intervento di spegnimento, conclusosi a notte inoltrata.

Panico e sgomento tra i villeggianti anche del vicino Camping, per timore che le fiamme raggiungessero la pineta poco distante dall’hotel. Tra i primi ad arrivare sul luogo anche gli uomini della Guardia costiera di Montalto, che hanno prestato soccorso. Sul posto il vicesindaco Luca Benni che, con il comando di Polizia locale, ha predisposto un piano di assistenza per i villeggianti che alloggiavano nel residence in fiamme.

Grazie alla collaborazione di altre strutture ricettive, è stato fornito loro alloggio per la notte. In un nota il comune ha inoltre informato “dell’apertura in via eccezionale della farmacia comunale per fornire i farmaci”. Al lavoro anche i tecnici Enel e Italgas che hanno messo in sicurezza gli impianti. Il residence è stato posto sotto sequestro. Sono in corso gli accertamenti sulle cause dell’incendio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.