Il cantiere del cuore

II DOMENICA DI AVVENTO

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 3, 1-6)

Nell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetràrca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetràrca dell’Iturèa e della Traconìtide, e Lisània tetràrca dell’Abilène, sotto i sommi sacerdoti Anna e Càifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccarìa, nel deserto.

Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaìa:
«Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri!
Ogni burrone sarà riempito,
ogni monte e ogni colle sarà abbassato;
le vie tortuose diverranno diritte
e quelle impervie, spianate.
Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!».

Parola del Signore

IL CANTIERE DEL CUORE

In queste ultime settimane, nella nostra bella Italia, abbiamo dovuto fare i conti con i danni che il maltempo ha causato, lasciando dietro di sé allagamenti, frane, alberi abbattuti, strade interrotte e paesi isolati.
Anche nell’ambiente interiore dei nostri cuori spesso si trova una situazione altrettanto compromessa, a causa del nostro modo di vivere agitato, teso e disordinato. In questo caso, a restare danneggiati sono però i nostri sentimenti, le nostre relazioni e, non ultimo, il nostro rapporto con Dio.

Questo tempo di Avvento è il tempo giusto per dedicarci a riparare questi danni, a ripristinare le vie di comunicazione con il Signore e con le persone a cui vogliamo bene, aiutandoci a vicenda per rimuovere tutti quei detriti che ci impediscono di vivere più serenamente l’amore e la gioia.

Il Signore vuole raggiungerti nel tuo cuore, per portarti la sua pace, la sua speranza e la sua forza: non rendergli le cose difficili. Ascolta anche tu il grido di Giovanni: preparargli una strada diritta e comoda, metti in ordine la tua vita, ricordati di non trascurare le persone che ami e prenditi cura anche della tua anima.

In questo periodo di preparazione al Santo Natale del Signore ricordati di santificare le feste con la messa, fai una bella confessione, non preoccuparti se è tanto che non la fai, la misericordia di Dio è più grande dei tuoi peccati, e prenditi un impegno di carità e di aiuto a chi si trova in povertà o nel bisogno. Allora comincerai a capire in un modo diverso e meraviglioso il vero senso del Natale e anche i tuoi occhi vedranno e riconosceranno la salvezza del Signore.
Buona domenica

Don Rossano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.