9.8 C
Lazio

Il Comune di Viterbo aderisce al progetto Inps

palazzo priori viterboVITERBO – Il Comune di Viterbo aderisce al Progetto Home Care Premium 2014 dell’Inps. Un modello innovativo e sperimentale di assistenza alla disabilità e alla non autosufficienza rivolto ai dipendenti e ai pensionati pubblici, ai loro coniugi conviventi e ai loro familiari di primo grado non autosufficienti. L’assessore ai servizi sociali Fabrizio Fersini richiama l’attenzione sul progetto Home Care, a supporto di anziani e disabili, minori e adulti, per consentire loro la permanenza a domicilio non solo con interventi economici o con servizi, ma anche a sostegno della comunità degli utenti nell’affrontare e gestire le difficoltà connesse allo status di non autosufficienza proprio o dei familiari. «Tra le differenti modalità d’intervento a supporto della disabilità e non autosufficienza – spiega ancora l’assessore Fersini – l’Inps ha scelto di sostenere il modello che meglio coniuga il binomio “sostenibilità – dignità umana».

Si tratta di un contributo “premio” al fine di prendersi cura, a domicilio, delle persone non autosufficienti. L’home Care prevede una forma di intervento “mista”, con il coinvolgimento diretto, sinergico e attivo della famiglia, di soggetti pubblici e delle risorse sociali del cosiddetto terzo settore.

Per accedere alla prestazione il Comune ricorda che è stato pubblicato sul portale dell’Inps (www.inps.it) l’avviso Home Care Premium. Il progetto ha durata di 9 mesi, con decorrenza dal 1 marzo 2015. La procedura per l’acquisizione esclusivamente in via telematica della domanda è attiva fino alle 12 del prossimo 27 febbraio.

LEGGI ANCHE  Covid: cinquantadue nuovi casi nella Tuscia, sette a Montalto di Castro
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie

LEGGI ANCHE  Covid: cinquantadue nuovi casi nella Tuscia, sette a Montalto di Castro