“Il mare si fa oro. Eracle e il sale”, la mostra nel museo archeologico Tarquiniense

0
L'assessore Celli e il vice sindaco Bacciardi
L’assessore Celli e il vice sindaco Bacciardi

TARQUINIA – L’assessore al turismo Sandro Celli e il vice sindaco Renato Bacciardi hanno partecipato giovedì 21 maggio all’inaugurazione della mostra “Il mare si fa oro. Eracle e il sale”, avvenuta al Museo Archeologico Nazionale Tarquiniense, a cura della Soprintendenza dei Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale. L’esposizione, che rimarrà aperta al pubblico fino al 31 ottobre, è un’iniziativa inserita nell’ambito di “Experience Etruria”, il progetto di promozione culturale e turistica che, oltre a Tarquinia, coinvolge sedici comuni (Cerveteri, Tuscania, Bolsena, Montalto di Castro, Canino, Grosseto, Manciano, Scansano, Castiglione della Pescaia, Chiusi, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Montepulciano e Murlo) di Lazio, Umbria e Toscana per l’Expo di Milano.

“Tarquinia, capitale degli etruschi, non poteva non partecipare a “Experience Etruria” e non esserne protagonista. – sottolinea l’assessore Celli – Il progetto rappresenta un modello innovativo per promuovere non solo una città ma una realtà geografica più ampia, ricchissima di storia e cultura, da proporre al mondo”.

La mostra insiste su tre elementi: Eracle, il sale e la cucina, l’allevamento degli animali. Saranno dunque in esposizione vasi figurati con il tema di Eracle da un lato, e dall’altro immagini di animali da allevamento. Altri oggetti legati alla cucina e al banchetto completeranno il quadro.