10.5 C
Lazio

Il parco di Vulci raffigurato su un francobollo

MONTALTO DI CASTRO – A breve sul territorio nazionale il primo francobollo che rappresenterà l’antica città di Vulci. Il sindaco Sergio Caci, lo scorso anno, ha fatto richiesta al Ministero dello Sviluppo Economico per l’emissione di un francobollo che metta in evidenza lo straordinario patrimonio culturale e archeologico del territorio.

La domanda è stata finalmente approvata dalla commissione filatelica e nelle ultime riunioni tra l’amministrazione comunale e il funzionario addetto del Ministero dello Sviluppo Economico è stata definita la data di emissione durante la prima quindicina del mese di agosto 2015.

Il sindaco Sergio Caci
Il sindaco Sergio Caci

La carta-valore raffigurerà il famoso laghetto del Pellicone a Vulci, scenario scelto da molti registi per la produzione di film, oltre ai più importanti reperti estrusco-romani ritrovati nella necropoli dell’antica città etrusca.

“Un altro importante obiettivo raggiunto – commenta il sindaco Caci – per la valorizzazione e la promozione  turistico-culturale del nostro territorio. Il nuovo francobollo che girerà per l’Italia, avrà infatti la doppia valenza di far conoscere sia Montalto di Castro che le stupende bellezze del nostro parco archeologico, sul quale stiamo fortemente puntando e investendo sin dal 2012. Ringrazio – conclude il sindaco –  la Soprintendenza per i beni archeologici dell’Etruria Meridionale e il dipartimento filatelia del Ministero dello Sviluppo Economico, per aver fortemente sostenuto e seguito passo dopo passo questa nostra importante iniziativa, permettendo la sua realizzazione”.

Comune di Montalto

LEGGI ANCHE  M5S Lazio: "La Regione commissariata nella gestione dei rifiuti"
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie

LEGGI ANCHE  Rifiuti radioattivi, Blasi (M5S): "Scelta non prescinda dalla volontà delle comunità locali"