TARQUINIA – La squadra è fatta, ora non resta che vivere l’avventura: l’ultima concorrente di “Tarquiniesi: sui passi degli Etruschi”, reality che in pochi giorni è diventato il fenomeno social di Tarquinia e non solo, si chiama Cristina Piccioni, ha 25 anni ed è tarquiniese doc.

“Simpatica, creativa e festaiola”, così Cristina si racconta in tre parole, spiegandoci anche uno dei motivi per cui ha accettato con entusiasmo di prendere parte al reality: “Un po’ è una sfida con me stessa, ma soprattutto lo è con mia sorella Cinzia, che aveva detto che non avrei mai partecipato. E invece, eccomi qua!”.

Già da sabato, 14 aprile, la sfida dei suoi compagni e sua avrà ufficialmente inizio, quando nel pomeriggio, dalle ore 15, saranno protagonisti della prima prova preliminare alla Festa della Merca, presso il Centro Aziendale dell’Università Agraria, alla Roccaccia.

“Sono pronta”, dice Cristina, vera iniezione di entusiasmo nel gruppo. Per lei, due grandi passioni nella vita: “Il canto – racconta – tanto da aver fatto dei provini per X-Factor, ed i tatuaggi: avrete modo di vederne alcuni nel corso del viaggio in bici”.

Viaggio che scatterà venerdì 4 maggio, per chiudersi due giorni dopo, domenica 6, con una grande festa a Tarquinia. “Seguiteci, mi raccomando: è un’avventura che va fatta una volta nella vita!”: sarà possibile farlo sui canali social, Facebook e Instagram, di Tarquiniesi.

“Sui passi degli Etruschi” è un’ulteriore tappa del format “Tarquiniesi”, organizzato dall’associazione Juppiter in collaborazione con il Comune di Tarquinia e con il supporto dello staff di #checinema. Un format tutto incentrato sul concetto di resilienza – cioè alla forza e determinazione di una comunità di essere coesa, unita e generosa nell’affrontare e superare le difficoltà – al senso di appartenenza alla città. Valori che, più o meno metaforicamente, dovranno saper incarnare anche i protagonisti di questo inedito reality. Senza dimenticare la natura ed il rispetto per la stessa: da qui nasce l’idea delle biciclette elettriche nell’ottica di promuovere una mobilità più sostenibile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here