MONTALTO DI CASTRO – Durante un caldo pomeriggio di aprile decidiamo di effettuare la nostra prima immersione notturna del 2018, in località “Lo Speronello”, e di andare a visitare la statua della Madonnina che ci regala sempre bellissime emozioni. Aspettiamo in barca il tramonto del sole e non appena fa buio iniziamo la nostra discesa lungo la cima dell’ancora.

A 14 metri di profondità eccola lì, la nostra statua che illuminata dalle nostre torce sembra ancora più bella. È molto buio là sotto, ma l’acqua è pulita, non c’è sospensione, così ci avventuriamo nelle grotte dello Speronello.

Le pareti sono ricoperte da bellissime margherite di mare, esocoralli che si riproducono all’inizio della primavera. Usciamo dalle grotte, incontriamo un mollusco Pinna Nobilis o Nacchera, specie da qualche anno ufficialmente dichiarata protetta, si apre e si chiude per respirare e nutrirsi.

Uno scorfano si mimetizza sul fondo, tra sabbia e scogli. Un sarago adulto si muove al riparo nella sua grotta. Stelle marine distese sugli sogli sommersi attendono pazientemente le loro prede. C’è una pace infinita là sotto, ma la nostra immersione è giunta al termine.
Risaliamo in barca, è buio e in lontananza vediamo le luci di Montalto.

Abbiamo tante cose da raccontarci e tante emozioni da condividere.
Salpiamo l’ancora e rientriamo, ma con la certezza che questa sarà solo la prima di una lunga serie di notturne.

Subacquei Montalto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.