Incendio a Civitavecchia, in fumo 250 ettari di sterpaglie

CIVITAVECCHIA – Fiamme nella città portuale. Alle 14:20 di ieri i vigili del fuoco sono intervenuti per un incendio di sterpaglie e di macchia mediterranea nella zona nord nord-ovest.

Giunti sul posto i pompieri hanno constatato la presenza di vari e violenti fronti di fiamme – in alcuni punti alte anche 20 metri – alimentate dal forte vento, per cui hanno subito chiesto rinforzi e mezzi aerei. Sul posto anche il personale specialista nautico di Civitavecchia.

Successivamente sono giunti sul posto due automezzi da Roma, un’autobotte da Cerveteri, personale Dos (Direttori opere di spegnimento), due elicotteri e nel tardo pomeriggio un canadair. A causa del forte vento le fiamme si sono propagate velocemente verso varie direzioni, e hanno consentito all’incendio di raggiungere vaste proporzioni e di essere visibile da ogni parte della città. Diversi vigili del fuoco liberi dal servizio si sono recati in sede e previa autorizzazione da parte del Comando hanno contribuito alle operazioni di spegnimento.

L’incendio è stato messo sotto controllo alle ore 22 circa. Non vi sono stati feriti ma diversi danneggiamenti a ricoveri attrezzi, strutture varie, legnaie, attrezzature agricole varie e probabilmente a giardini di alcune abitazioni.

Sono rimasti vittime delle fiamme alcuni animali (due asini, tre maiali, alcune vacche, cani e galline) il tutto da quantificare. Sul posto anche moduli della Protezione civile, la Polizia di Stato e i carabinieri. I vigili del fuoco hanno impedito alle fiamme d’investire diverse abitazioni, il palahockey e messo in sicurezza diverse persone rimaste intrappolate nella struttura sita all’interno del canile. Gli interventi di bonifica e verifica si sono protratti per tutta la notte (fino alle ore 6 di questa mattina) con l’ausilio dei vigili del fuoco liberi dal servizio rimasti volontariamente in sede. Dalle ore 22 circa di ieri e per tutta la notte importante l’aiuto dell’impresa Guerrucci, che ha messo a disposizione due autobotti contribuendo al rifornimento degli automezzi e delle riserve idriche dei vigili del fuoco. Da stamani oltre al soccorso ordinario, continuano gli interventi di bonifica. L’autobotte 17 (AB/17) si trova a Ladispoli in ausilio alla squadra di Cerveteri (26/A). In totale sono bruciati 250 ettari circa di sterpaglie e macchia mediterranea.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.