10.4 C
Lazio

Intimidazioni all’ex sindaco di Farnese

FARNESE – Un’auto e un trattore distrutto dalle fiamme, 162 piante tra olivi e alberi da frutto tagliati, due cani uccisi a bastonate e un casale bruciato. Una vera e propria azione criminale nei confronti dell’ex sindaco di Farnese, Dario Pomaré che ha sporto denuncia ai carabinieri. Nel suo terreno poco distante dal centro abitato, l’ex sindaco del Partito Democratico, che ha guidato il paese dal 1999 al 2009, non ha potuto fare altro che assistere alle gravi barbarie avvenute.

Tutte le galline sono state trovare morte, mentre i cani sono stati colpiti in testa con una zappa; stessa sorte al piccolo mansueto jack russel. L’altra notte sono poi continuate le intimidazioni: l’auto sotto casa di Pomaré è stata data alle fiamme e il tempestivo intervento di alcuni vicini ha evitato che l’incendio si propagasse nelle altre autovetture parcheggiate. Le ritorsioni potrebbero essere scaturite dall’attività amministrativa svolta da Pomaré. I carabinieri hanno avviato le indagini.

LEGGI ANCHE  Finanziato il rifacimento del marciapiede di via Cavour
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie

LEGGI ANCHE  Scorie radioattive, Valentini: "In Provincia approvata all'unanimità la contrarietà al sito nella Tuscia"