Jesus gives talents

CANINO – XXXIII domenica del Tempo Ordinario, anno A

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 25,14-30)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Avverrà come a un uomo che, partendo per un viaggio, chiamò i suoi servi e consegnò loro i suoi beni. A uno diede cinque talenti, a un altro due, a un altro uno, secondo le capacità di ciascuno; poi partì. Subito colui che aveva ricevuto cinque talenti andò a impiegarli, e ne guadagnò altri cinque. Così anche quello che ne aveva ricevuti due, ne guadagnò altri due. Colui invece che aveva ricevuto un solo talento, andò a fare una buca nel terreno e vi nascose il denaro del suo padrone. Dopo molto tempo il padrone di quei servi tornò e volle regolare i conti con loro. Si presentò colui che aveva ricevuto cinque talenti e ne portò altri cinque, dicendo:

“Signore, mi hai consegnato cinque talenti; ecco, ne ho guadagnati altri cinque”. “Bene, servo buono e fedele – gli disse il suo padrone –, sei stato fedele nel poco, ti darò potere su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone”. Si presentò poi colui che aveva ricevuto due talenti e disse: “Signore, mi hai consegnato due talenti; ecco, ne ho guadagnati altri due”. “Bene, servo buono e fedele – gli disse il suo padrone –, sei stato fedele nel poco, ti darò potere su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone”. Si presentò infine anche colui che aveva ricevuto un solo talento e disse: “Signore, so che sei un uomo duro, che mieti dove non hai seminato e raccogli dove non hai sparso. Ho avuto paura e sono andato a nascondere il tuo talento sotto terra: ecco ciò che è tuo”. Il padrone gli rispose: “Servo malvagio e pigro, tu sapevi che mieto dove non ho seminato e raccolgo dove non ho sparso; avresti dovuto affidare il mio denaro ai banchieri e così, ritornando, avrei ritirato il mio con l’interesse. Toglietegli dunque il talento, e datelo a chi ha i dieci talenti. Perché a chiunque ha, verrà dato e sarà nell’abbondanza; ma a chi non ha, verrà tolto anche quello che ha. E il servo inutile gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti”».

JESUS GIVES TALENTS

Per il dizionario di Google “talento” significa «capacità intellettuale non comune, associata a genialità o estro vivace». Per il vocabolario di Gesù, i talenti sono il frutto della SUA vita, cioè un mondo che dopo la Risurrezione è radicalmente cambiato, assumendo la prospettiva dell’eternità. Dare talenti significa consegnare ai suoi discepoli il compito di investire in questa eredità «secondo le capacità di ciascuno» (come dice la parabola!). Significa — nonostante tutto — mettere le proprie energie a disposizione di un Bene che ha già vinto ed insegnare a fare altrettanto. Al ritorno Gesù ci chiederà: “Hai vissuto da salvato o hai fatto finta che io non fossi mai esistito?”. Qui sta la differenza tra i servi della parabola. I primi due, “buoni e fedeli”, si sono considerati parte della missione del signore e c’hanno dato l’anima. Non vengono ripagati: gli viene donata la pienezza della gioia! Il terzo non ne ha voluto sapere: «sono andato a nascondere il TUO talento sotto terra: ecco ciò che è TUO». Ha ritenuto che non lo riguardasse, ha sotterrato il talento (= che nel mondo reale sarebbero €12.100 circa). Finisce nelle tenebre, infelice per sempre…

Cerchi tanta felicità che se potessi spenderesti miliardi per avere il cuore in pace e un sorriso raggiante tutti i giorni, e poi metti sottoterra la chiave del cielo e vivi quaggiù come se non esistesse altro che terra, polvere, fatica, malattie e correre quotidiano? Pigro! Disseppellisci quella chiave. Usala. Aprici la porta a Dio. Lasciati dire che sogni aveva quando si è inventato la tua anima, i tuoi capelli, la tua mamma, i tuoi nonni e l’aria che respiri. E alla fine fatti raccontare perché ne è valsa la pena di dare la vita per te. Sarà bellissimo riconsegnargli il posto d’onore delle tue giornate. Ti darà tanta libertà essere fiera di Lui davanti ai tuoi figli, ai tuoi amici, alle cose che prima ti sembravano “troppo importanti”. Buona domenica, dPaolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.