“La felicità si può raggiungere anche senza un corpo perfetto”

Entusiasmante 41esima uscita del progetto SuperAbile nelle scuole di Monte Romano con Lorenzo Costantini assoluto protagonista

MONTE ROMANO – “La felicità si può raggiungere anche senza un corpo perfetto”. Entusiasmante e ricca di significati la 41esima uscita di SuperAbile con Lorenzo Costantini assoluto protagonista.

Il progetto ideato e fondato da Alfredo Boldorini, consigliere comunale di Bassano Romano, con il prezioso apporto di Alessandra Mosci e Fortunata Scarponi, – nel quadro di un’ampia collaborazione con l’IC Piazza Marconi del dirigente Roberto Santoni – ha fatto tappa anche nel plesso di Monte Romano, coinvolgendo la primaria, la secondaria di primo grado.

Un piccolo passaggio è stato fatto anche nella scuola dell’infanzia dove, in considerazione dei risultati, è stato richiesto, nelle prossime settimane, calendario permettendo, un nuovo intervento.

“Vorrei ringraziare tutto il team di SuperAbile – afferma il dirigente Roberto Santoni – per aver portato nelle nostre scuole questo bellissimo progetto. Tre i plessi interessati: Cura, Vetralla e, appunto, Monte Romano e, tutti dai grandi ai più piccoli, abbiamo avuto grandi parole di apprezzamento. Ci avete donato autentici momenti di solidarietà”!

Soddisfazione anche tra gli insegnanti.

“L’incontro con Lorenzo Costantini, nell’ambito del progetto SuperAbile – dice Giuseppina Mariani – ha prodotto nell’animo dei bambini un grande interesse e voglia di conoscere realtà fino ad allora sconosciute. L’accoglienza – prosegue la referente di plesso – è stata entusiasmante: gli alunni delle classi quinte hanno voluto accogliere Lorenzo suonando con il flauto dolce il brano musicale “Inno alla Gioia”.

Tutti noi presenti abbiamo ascoltato le profonde parole di Lorenzo che dopo l’incidente ha ritrovato la forza per ritornare a vivere. Ma il tema importante a mio gudizio di questa conferenza è stato raggiungere la felicità anche non avendo un corpo perfetto. Molte persone pur avendo tutto dalla vita non trovano una motivazione per essere felici. Attraverso la sua forte volontà Lorenzo, grazie anche allo sport, non solo è riuscito a superare le difficoltà ma ora ha una vita splendida, libera e appagata. Alla fine i ragazzi hanno posto tante domande. Bellissima esperienza davvero”.

“Devo fare i complimenti ai ragazzi di SuperAbile – sostiene Irene Praiola -. Difficilmente i bambini sono così attenti, curiosi e piacevolmente interessati a questa bellissima iniziativa. Ma la cosa che mi ha davvero colpito di più – aggiunge l’insegnante della scuola dell’infanzia – è stato vedere addirittura il coinvolgimento dei bambini di 3 anni e, considerando l’età, non è affatto semplice catturare la loro attenzione per parecchio tempo.

Anche le mie colleghe sono rimaste colpite dalla forza e dall’impatto che questo progetto sta avendo in termini culturali, sociali, di inclusione sociale, di contrasto al bullismo, delle politiche in favore del disabile. Credo ci sia assoluto bisogno di ulteriori incontri proprio per incrementare questi momenti di condivisione e di accettazione di ogni forma di diversità”.

Progetto SuperAbile

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.