La magia del Presepe Vivente sulle rive del lago vulcanico più grande d’Europa

0

BOLSENA – “Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile”.

Con queste parole di San Francesco si rinnova a Bolsena, la caratteristica cittadina sulle rive del lago vulcanico più grande d’Europa, la magia del Presepe Vivente.

Il 26 dicembre, il 1 ed il 5 gennaio, a partire dalle 17.30, la straordinaria cornice del borgo medievale farà da palcoscenico naturale per la rappresentazione della Natività, ambientata tra nella parte più antica del centro storico, il quartiere Castello, tra cantine e vicoli suggestivi, scorci e piazzette illuminati da fiaccole, candele e torce in ferro battuto scolpite a mano da artisti locali appositamente per l’occasione.

Il Presepe Vivente, alla sesta edizione, è organizzato dall’associazione Corte dei Miracoli in collaborazione con il comune di Bolsena ed unisce all’aspetto religioso quello di promozione turistica.

L’evento, infatti, sarà un’occasione straordinaria per poter ammirare le bellezze del borgo e della Rocca Monaldeschi, illuminata per l’occasione con fari led che ne sottolineano la maestosità e sovrastata da un’immensa stella cometa a dare il benvenuto ai visitatori.

La Rappresentazione si snoderà attraverso un percorso di oltre 700 metri, caratterizzato da banchi di degustazione, musica filodiffusa ed artisti itineranti.

Nelle prime due giornate saranno le figure di Maria e Giuseppe, nel loro pellegrinaggio alla ricerca di un riparo per l’imminente nascita, ad aprire la manifestazione.

Il 5 gennaio, invece, vedrà l’arrivo dei Re Magi che, percorrendo tutto il percorso del Presepe, giungeranno sino alla Capanna per offrire i loro doni a Gesù Bambino.

Duecento i figuranti coinvolti, tre i bambini nati nell’anno nel ruolo di Gesù, tantissimi i volontari, tra cui la Croce Rossa, coinvolti nell’organizzazione.

Imperdibile l’esibizione delle Lavandaie della Tuscia, eccellenza locale che animerà, con canti e balli, la zona del Lavatoio, uno dei luoghi più suggestivi del rione.

Da sottolineare, infine, lo scopo benefico dell’iniziativa, il cui ricavato sarà in parte devoluto ad associazioni locali di volontariato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.