“La mia Maremma”, al pit di Pescia Romana la mostra di Alberto Catalani

0

PESCIA ROMANA – Dal 19 luglio fino al 29 luglio il punto di informazione turistica di Pescia Romana ospiterà “La mia Maremma”, una mostra di Alberto Catalani con esposizione di dipinti, disegni e oggetti della tradizione contadina della Maremma a cura dell’associazione Culturale MusicArte di Pescia Romana.

Dopo il successo ottenuto da “ArTEchne”, mostra collettiva di artisti locali in occasione della XXXI Sagra del Melone, l’associazione MusicArte proseguirà per tutta la stagione estiva 2018 il progetto di promozione dell’arte, dell’artigianato e della tradizione contadina attraverso l’esposizione dei lavori di personalità note alla collettività locale. “ArTEchne” diviene dunque il filo conduttore di questa prima edizione di mostre all’interno del PIT di Pescia Romana.

Ad aprire il ciclo di mostre personali è “La mia Maremma” di Alberto Catalani.
Un nome, un’istituzione al dire di molti, ben noto tra i suoi concittadini e non solo. Proprietario e chef della Nuova Romagna 3, già nel lontano 1992, in occasione della mostra a piazza Padella a Montalto di Castro, amava farsi conoscere non solo come eccellente ristoratore ma soprattutto come pittore. Una passione che negli anni ha trovato il modo di infiltrarsi, emergere e manifestarsi nell’attività quotidiana e professionale. I suoi piatti…un connubio perfetto tra la qualità degli ingredienti e la ricercatezza negli accostamenti cromatici. Un’esigenza espressiva incontrollabile.

Nato e cresciuto a Pescia Romana negli anni ’50, testimone del lento e graduale cambiamento di un territorio di frontiera, di un paese ancora lontano dal definirsi tale dove il paesaggio non era che terra da coltivare, case coloniche isolate, Alberto coglie sin dall’inizio la vivacità cromatica e l’intensa luminosità della Maremma, della sua Maremma, quella terra che lo aveva ammaliato, catturato negli anni della giovinezza, quella terra di cui “non ricordavo neanche più i colori” quando navigava nelle imponenti navi gemelle, la Raffaello e la Michelangelo, come cameriere di bordo alle dipendenze della Società Italia di Navigazione.

ALTRE NOTIZIE  Giampieri (FDI): "Grazie alla Ceramica Althea che ha donato 6mila mascherine"

Alberto, maestro di mestiere e di vita, aveva un desiderio: “con i miei colori vorrei raccontare la Maremma, quella di oggi e quella di tanti anni fa”. Oggi Alberto ci racconta la sua Maremma con l’estro della sua creatività e con gli oggetti che lo hanno accompagnato nella sua vita che rientrano a pieno titolo nella tradizione contadina di Pescia Romana.

Luigi Zapponi
Presidente dell’Associazione culturale MusicArte

Giorgia Balsi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.