0.6 C
Lazio

La Polizia di Stato in campo per una navigazione sicura

VITERBO – Phishing, hackering, adescamento online, truffe, furti di identità, sono solo la punta dell’iceberg di un mondo virtuale nel quale si nascondono truffatori pronti a tutto pur di raggiungere il loro intento. Per questo motivo il compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per il Lazio di Roma cerca di condividere con il cittadino del web le norme per non cadere nella trappola. Come già accaduto negli anni passati, alunni, docenti e genitori verranno coinvolti in momenti di formazione finalizzata ad acquisire le competenze per “navigare” consapevolmente. Il mondo reale è sempre più interconnesso con quello virtuale: siamo ormai cittadini del web. Questo nuovo status non sempre però è vissuto con la giusta “consapevolezza” da parte dell’internauta il quale, a volte, si trova di fronte a fenomeni imprevedibili che non sa riconoscere né affrontare.

Gli incontri, svolti con personale specializzato della Polizia Postale e delle Comunicazioni del Lazio avranno, come fulcro, alcune tematiche che spesso non vengono percepite dagli utilizzatori del web come parte integrante e propedeutica ad una navigazione corretta. In particolare gli argomenti trattati riguarderanno: come scegliere una password efficace; come aggiornare le applicazioni; come aggiornare il sistema operativo; come utilizzare le reti wi-fi e impostare il router; come gestire le impostazioni di sicurezza/privacy dei principali social network (localizzazione – tag); come programmare il backup dei dati; come gestire gli allegati email; come gestire le “amicizie” e i contatti sui principali social network; contattare la Polizia Postale e delle comunicazioni attraverso i social network e/o i siti istituzionali (poliziadistato.it – www.commissariatodipsonline.it).

- Advertisement -

Altre notizie