La postazione Ares 118 di Canino festeggia i suoi primi 4 anni di attività

CANINO – Festeggia i suoi primi 4 anni la postazione Ares 118 di Canino, sabato 1 ottobre. Importanti i traguardi raggiunti in questo quadriennio che ha visto un cospicuo numero di volontari, adeguatamente formati e continuamente aggiornati, impegnati in diverse attività in base alle aree di competenza. Una media di 750 interventi all’anno svolti sul territorio di Canino e comuni limitrofi attraverso un’ambulanza di emergenza equipaggiata dai volontari Cri e da un infermiere professionale a garanzia di un servizio di qualità.

“Con grande orgoglio ringrazio tutti coloro che lavorano con grande sacrificio per mantenere efficiente questo servizio – ha detto Pacifico Battisti presidente del comitato Canino-Cellere-Ischia di Castro -. I volontari di Croce Rossa offrono un servizio encomiabile dedicandosi a restituire dignità e decoro alle persone più bisognose”.

La Croce Rossa opera a Canino da 21 anni, impegnandosi in diverse attività rivolte alla comunità e portate avanti anche a dispetto delle difficoltà: trasporto infermi, gestione delle emergenze, prevenzione, organizzazione di importanti eventi, simulazione, trucco e molto altro. Negli anni il soccorso Ares 118 é stato migliorato attraverso il servizio di elisoccorso, che da un anno a questa parte si è reso possibile anche di notte. A breve arriverà presso la postazione di Canino, grazie al contributo economico da parte di tutta la popolazione, la nuova ambulanza che garantirà una gestione più accurata qualificata delle emergenze.

“Anche in occasioni difficili, come quella che si è verificata ad Accumoli e Amatrice in seguito al sisma – ha continuato il presidente – la Croce Rossa è stata presente sia inviando mezzi e volontari, sia raccogliendo fondi a favore delle popolazioni terremotate. Per ottenere questi grandi risultati è necessario che vicino al presidente vi siano consiglieri in grado di gestire le aree di competenza e persone generose, che mettono a disposizione il loro tempo, sacrificando gli interessi personali per il volontariato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.