La Rete degli Studenti apre una vertenza regionale sui trasporti pubblici

0

VITERBO – La Rete degli Studenti ha dato inizio alla campagna regionale “Facciamoci Sentire” con l’obiettivo di aprire una vertenza regionale sui trasporti pubblici per migliorare il servizio adeguandolo alle esigenze degli studenti pendolari.

“Crediamo – spiega in una nota la Rete degli studenti – che un sistema di trasporto pubblico inefficiente sia lesivo del diritto allo studio di chi non raggiunge in maniera agevole la propria scuola e per questo ci mobiliteremo per garantire quello che rappresenta uno dei nostri diritti fondamentali.

Come Rete degli Studenti Medi di Viterbo parteciperemo ai tavoli di contrattazione in programma con le aziende di trasporto pubblico portando all’attenzione delle compagnie i problemi relativi ai collegamenti scolastici. Ci faremo portavoce della situazione insostenibile in cui versano diversi comuni della nostra provincia: a Bagnoregio, ad esempio, le ultime soppressioni sulla linea Atac hanno costretto i ragazzi a svegliarsi ad orari inaccettabili per poi fare ritorno a casa solo a pomeriggio inoltrato, così come a Vignanello o a Orte, dove le corse per raggiungere le scuole sono insufficienti e non coordinate con gli altri mezzi pubblici.

Per rappresentare al meglio la situazione in cui versa il sistema di trasporto pubblico regionale, abbiamo formulato un questionario dettagliato che stiamo sottoponendo agli studenti di tutta la regione. Tutti gli studenti, le scuole e le istituzioni sono sono invitati a promuovere nonché a compilare il suddetto sondaggio per sostenere il sindacato studentesco nella battaglia in difesa del diritto allo studio.