La Sfinge e altre creature fantastiche, la mostra a Ischia di Castro

L'inaugurazione martedì 7 agosto alle 18.30 presso il Museo Civico archeologico Pietro e Turiddo Lotti

ISCHIA DI CASTRO – Un viaggio nell’immaginario antico, in un mondo in cui figure eroiche e racconti avventurosi sono l’espressione simbolica dei problemi esistenziali che investivano, allora come oggi, i singoli individui e le comunità.

Tutto questo è esposto nella mostra “La Sfinge e altre creature fantastiche”, che verrà inaugurata martedì 7 agosto alle 18.30 presso il Museo Civico archeologico Pietro e Turiddo Lotti a Ischia di Castro. L’esposizione, realizzata dalla Soprintendenza Archeologica, in collaborazione con Fondazione Vulci e il Comune, alla voce degli autori antichi cerca di trovare sotto le narrazioni il senso dell’esperienza umana raccontata dal mito. A questa traccia sono affiancati i materiali archeologici, tutti provenienti da Vulci e dal suo comprensorio, che trovano nel museo scrigno di importanti sculture etrusche. Una scelta giustificata dalla ampia circolazione di beni e di idee che accende la passione dell’aristocrazia etrusca per i racconti del mito greco.

Il percorso espositivo si sviluppa in tre diverse sezioni che si fondono armoniosamente con i materiali archeologici del museo. La prima è dedicata a creature metà uomini e metà animali: esseri che vivono sul confine tra il mondo umano e il mondo ferino, tra cultura ragionevole e natura selvaggia. La seconda sezione è riservata ai mostri e infine l’ultima sezione racconta dei grandi felini, creature che, pur non essendo fantastiche, erano scomparse dalla fauna locale e potevano essere conosciute solo attraverso le immagini e i racconti da paesi esotici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.