La Tuscia fa il pieno di premi a “Orii del Lazio”

Sul podio 11 imprese della provincia di Viterbo alla 26a edizione del concorso di Unioncamere Lazio dedicato ai migliori oli extravergine di oliva e Dop

VITERBO – Grandissimo successo per le imprese della Tuscia premiate sabato 23 marzo nella splendida cornice del Tempio di Adriano a “Orii del Lazio – Capolavori del gusto”, il concorsodedicato ai migliori oli extravergine di oliva e Dop.

La manifestazione, giunta alla 26a edizione, è promossa da Unioncamere Lazio con il supporto delle Camere di Commercio presenti nella regione e ogni anno rappresenta un momento significativo sia per stimolare i produttori verso un percorso di costante crescita qualitativa, sia per indirizzare i consumatori verso l’acquisto di oli extravergine di oliva di qualità del territorio.

Come di consueto i vincitori sono stati selezionati attraverso specifiche sessioni di assaggio da una Commissione esaminatrice composta da degustatori professionisti individuati, tra l’altro, in base all’anzianità di iscrizione nell’Albo ufficiale degli assaggiatori e all’esperienza specifica di sedute di assaggio degli oli regionali. I premi sono stati attribuiti ai primi due classificati per ognuna delle categorie in concorso (DOP ed Extravergine) che si articolano, sulla base del fruttato, in leggero, medio e intenso.

“Nonostante la stagione per una parte del nostro territorio non sia stata benevola – dichiara Francesco Monzillo, segretario generale della Camera di Commercio Viterbo –la Tuscia Viterbese non solo è la prima provincia come numero di imprese partecipanti al Concorso Orii del Lazio ma conquista anche numerosi premi importanti a conferma che il percorso intrapreso sul fronte della qualità sta andando avanti senza sosta e con risultati evidenti”.

Queste nel dettaglio le imprese della Tuscia premiate:

categoria Extravergine, fruttato medio

2°Società agricola Villa Caviciana di Grotte di Castro, con “Villa Caviciana”

categoria Extravergine, fruttato leggero

1°Oleificio 3C di Lorenzo e Biagio Cioccolini di Vignanello, con “Frantoio Cioccolini”

2°Società agricola Sciuga di Montefiascone, con “Il Molino”

categoria Canino Dop, fruttato intenso

1°Azienda agricola Laura De Parri di Canino, con “Cerrosughero Canino DOP”

2°Frantoio Gentili di Farnese, con “Canino DOP”

categoria Canino Dop, fruttato medio

1° Frantoio Archibusacci dal 1888 di Canino, con “Principe di Canino”

2° Frantoio Oleario di Gentilucci e Papacchini di Cellere, con “Canino DOP”

categoria Tuscia Dop, fruttato intenso

1° Società Agricola Coop. Colli Etruschi di Blera, con “EVO”

categoria Tuscia Dop, fruttato leggero

1° Società Agricola Sciuga di Montefiascone, con “Il Molino Tuscia DOP”

2° Società Cooperativa Agricola Appo di Viterbo, con “Olio Appo Oleificio di Gradoli Tuscia DOP”

Tra questi le aziende Laura De Parri e Sciuga sono state ammesse a partecipare alla finale del prestigioso concorso nazionale “Ercole Olivario” nella categoria Dop. Inoltre è stato assegnato al Frantoio Tuscus, di Giampaolo Sodano di Vetralla, ilpremio speciale Tonino Zelinotti per la migliore confezione con “Tuscus Tuscia Dop”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.