L’amore non ha prezzo

SETTIMA DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Dal Vangelo secondo LUCA (Lc 6, 27-38)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«A voi che ascoltate, io dico: amate i vostri nemici, fate del bene a quelli che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi trattano male. A chi ti percuote sulla guancia, offri anche l’altra; a chi ti strappa il mantello, non rifiutare neanche la tunica. Da’ a chiunque ti chiede, e a chi prende le cose tue, non chiederle indietro.

E come volete che gli uomini facciano a voi, così anche voi fate a loro. Se amate quelli che vi amano, quale gratitudine vi è dovuta? Anche i peccatori amano quelli che li amano. E se fate del bene a coloro che fanno del bene a voi, quale gratitudine vi è dovuta? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se prestate a coloro da cui sperate ricevere, quale gratitudine vi è dovuta? Anche i peccatori concedono prestiti ai peccatori per riceverne altrettanto. Amate invece i vostri nemici, fate del bene e prestate senza sperarne nulla, e la vostra ricompensa sarà grande e sarete figli dell’Altissimo, perché egli è benevolo verso gli ingrati e i malvagi.

Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso.
Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati. Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio».

Parola del Signore

L’ AMORE NON HA PREZZO

In quest’ultimo periodo, durante le messe, sono state proclamate delle prime letture prese dal libro della Genesi, dove si narra della creazione del mondo secondo la visione teologica delle sacre scritture.

Tutto è creato dall’amore gratuito di Dio che, come espressione della sua sovrabbondante e creativa grazia divina, dona esistenza e vita a tutte le cose, in un armonia meravigliosa, rotta solo dall’esperienza del peccato dell’uomo.

Tutto è creato gratuitamente e nessuna realtà creata possiede in sé un valore che sia da misurare con un prezzo. Il creato è affidato all’uomo, perché ne sia buon amministratore, vivendolo e usandolo con sapienza.
Il bene più grande sono le relazioni, i rapporti e tutti i sentimenti e le emozioni che ci permettono di vivere. Il valore più alto è la vita e la dignità della persona: tutto dovrebbe essere usato per custodire e promuovere questo fine, nel quale si dimostra anche la vera fede.

Chi ama Dio non può non amare e non volere il bene dei fratelli. Niente ha più valore di questo e tutti i soldi e le ricchezze del mondo non sono che spazzatura a confronto. Se non viviamo l’amore, la carità e la solidarietà, se non abbiamo a cuore il bene degli altri come il nostro stesso bene, non abbiamo niente, siamo le persone più povere e disgraziate che esistano.

Ogni pensiero, parola e opera dovrebbero essere orientate ad ottenere il maggior bene di tutti, anche se questo richiedesse da parte nostra un passo indietro, una rinuncia, un sacrificio.
Un padre e una madre darebbero anche la loro vita per i propri figli; chi ama con tutto il cuore farebbe qualsiasi cosa per la persona amata, rinuncerebbe a tutto per il suo bene.

Quanto amore c’è nella mia vita? A chi è rivolto, a me stesso o so donarlo? Con quanto amore vivo gli impegni e le relazioni di ogni giorno?

Signore, aiutami ad amare come ami tu e ricordami sempre che “la misura dell’amore è amare senza misura”.

Buona domenica
Don Rossano

Advertisement

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.