L’azione dell’Unitus per la tutela del mare

L’obiettivo del progetto è il ripopolamento dell’habitat marino compromesso dall’overfishing

MONTALTO DI CASTRO – Tanti piccoli cavallucci marini, astici e mazzancolle sono stati rilasciati nell’agosto 2015 davanti la costa di Montalto di Castro. Con la preziosa collaborazione del prof. Giuseppe Nascetti dell’Università della Tuscia, del Centro ittiogenico sperimentale marino (Cismar), del dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche, e alla stessa Unitus, è stata avviata una sperimentazione che vede per la prima volta in Europa rilasciare la specie Penaeus kerathurus (nome comune mazzancolla).

L’obiettivo del progetto è il ripopolamento dell’habitat marino compromesso dall’overfishing, ovvero un’eccessiva e non razionale attività di pesca che può provocare la diminuzione dei ritmi biologici di crescita

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.