10.1 C
Lazio

Legge Fornero: al sit-in di protesta presente anche Unione della Tuscia

sit-in protesta legge fornero unione della TusciaRICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Una delegazione del movimento territoriale Unione della Tuscia ha partecipato al sit-in di protesta organizzato sotto la sede della corte costituzionale, da Matteo Salvini, per la bocciatura del referendum contro la legge Fornero. Nonostante il tempo plumbeo, al presidio, oltre al segretario federale Matteo Salvini, hanno partecipato anche numerosi deputati e senatori della Lega Nord, le varie anime sparse sul territorio nazionale che si riconoscono nel nuovo soggetto politico per il centrosud “Noi con Salvini” e tanti cittadini comuni che si sono visti scippare la possibilità di scegliere e di esprimersi su un tema così delicato quanto sentito come la legge Fornero.

«Una legge porcata» dichiarano i militanti di Unione della Tuscia, i quali affermano inoltre che «la Consulta, con un atto gravissimo, ha stabilito che la gente, il popolo che dovrebbe essere sovrano, non si debba esprimere su un referendum che interessa milioni di italiani e che senza dubbio avrebbe trovato un consenso larghissimo. Una decisione fuori da ogni precedente e che di fatto cancella la democrazia di questa nazione e conferma la visione politica di parte di questo organo. Di certo noi, come espresso da Matteo Salvini, non ci arrenderemo e come movimento sosterremo e porteremo avanti con ancora più forza e determinazione, quelle battaglie e proposte che verranno presentate per annullare una legge infame come la Fornero».

Unione della Tuscia con Matteo Salvini

(Coordinamento Provinciale)

LEGGI ANCHE  Centro antiviolenza, sottoscritto accordo tra comune e soggetto partner
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre notizie

LEGGI ANCHE  Centro antiviolenza, sottoscritto accordo tra comune e soggetto partner