L’ospedale Belcolle ringrazia Tuscania, raccolti 26mila euro per l’emergenza sanitaria

0

TUSCANIA – La cittadina di Tuscania ha raccolto 26mila euro a favore dell’ospedale Belcolle di Viterbo, per affrontare l’emergenza sanitaria.

“Una cifra di tutto rispetto per le dimensioni della cittadina – scrivono in una nota i volontari per Belcolle – e che colloca la raccolta fondi portata a termine a Tuscania, in proporzione al numero degli abitanti, tra quelle più generose del Centro Italia verso le proprie strutture sanitarie.

L’attenzione dimostrata verso l’ospedale viterbese in occasione dell’emergenza Covid-19, con il bonifico inviato questa settimana alla Asl del territorio, è la conferma della sensibilità alta che hanno le persone, le famiglie, le associazioni e le imprese di questa antica cittadina, nei momenti di difficoltà, verso gli sforzi di ogni struttura pubblica e privata impegnata nei soccorsi.

Memore del sostegno ricevuto in occasione del tragico terremoto del 6 febbraio 1971, la popolazione di Tuscania ha radicato interiormente, e forse inconsapevolmente, i principi della responsabilità sociale e della solidarietà oltre che quelli della cooperazione interassociativa; lo evidenziano non solo la pronta risposta a questa iniziativa ma anche le numerose attività di pregio organizzate a Tuscania dal volontariato locale nel corso degli anni. Non sono mancati in quest’occasione l’incoraggiamento e il patrocinio dell’amministrazione comunale”.

“E’ un abbraccio sincero che Tuscania regala a tutti i medici, gli infermieri, i funzionari e i tecnici di Belcolle – dice uno dei volontari impegnato nel coordinamento dell’iniziativa -. Un abbraccio che è esteso a tutti gli operatori delle strutture sanitarie viterbesi e del Paese intero nel momento dello sforzo e del dolore. Una raccolta lampo che ha coinvolto trasversalmente imprese, famiglie, giovani ed anziani di Tuscania ma anche amici non residenti che si sentono però fortemente legati alla nostra Città e sono convinti della bontà dell’operazione”.

“Tra i volontari e i donatori c’è piena consapevolezza che è giunto il momento ora di prestare attenzione ai disagi sociali che vanno acutizzandosi anche nell’affascinante cittadina della Tuscia – aggiungono i volontari – sostenendo pienamente e personalmente le raccolte alimentari già attivate da meritorie associazioni locali.

Sarà cura del nosocomio viterbese informare la cittadinanza di Tuscania nelle prossime settimane, e comunque non appena sarà possibile, riguardo i beni e le attrezzature acquistate dall’ospedale stesso con i fondi donatigli dai tuscaniesi, tra le tante esigenze urgenti di cui ad una lista in continua evoluzione.

Sono oltre centocinquanta le persone e le famiglie di Tuscania ed amici attivatesi in quest’occasione direttamente e che vanno ringraziate tutte singolarmente ed infinitamente per la loro generosa collaborazione alla raccolta fondi. Tuscania può sentirsi da oggi ancor più vicina all’ospedale viterbese sostenuto con maturità non solo nell’interesse proprio ma anche dell’intera provincia di Viterbo”.