L’umanità nuova

0

BATTESIMO DEL SIGNORE

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 3, 13-17)

In quel tempo, Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui.
Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare.
Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».

Parola del Signore.

L’UMANITÀ NUOVA

È davvero sconvolgente quello che Gesù compie andando a ricevere il battesimo di Giovanni: quello che il Battista amministra era un battesimo di penitenza e di conversione, un battesimo per i peccatori! Egli stesso rimane stupefatto vedendo Gesù avvicinarsi per quel rito, e non riesce a credere a quello che sta accadendo… Con profondo timore manifesta la sua incomprensione.
Gesù risponde tranquillizzando Giovanni, senza dare troppe spiegazioni, soltanto richiamando che venga adempiuta “ogni giustizia”, che sia fatta la volontà di Dio.

Ciò che segue rivela il senso di questo evento: colui che è senza peccato, il Salvatore, il Figlio di Dio che è venuto a prendere su di sé e a sconfiggere il peccato e il male, entrando in quelle acque le purifica e le rinnova, porta la presenza di Dio in un semplice rito e lo trasforma in un sacramento.

Con solennità gloriosa Gesù emerge dalle acque e la Trinità si manifesta pienamente attraverso il cielo aperto: lo Spirito/colomba e la voce del Padre proclamano il Figlio amato.
Quello che si compie è un atto divino che fonda il sacramento della rigenerazione, la sorgente della nuova umanità in Cristo Gesù: quella che emerge dalle acque è la creazione rinnovata nel Figlio di Dio, “per”il quale, “con” il quale e “nel” quale è reso ogni onore e gloria al Padre nello Spirito, e dal quale ognuno di noi può attingere alla sorgente stessa della vita, della nuova vita.

È fondamentale comprendere l’importanza e il valore del nostro battesimo, capirne il senso e la funzione per tutta la nostra vita di fede. Il battesimo è la porta e il fondamento di tutti i sacramenti e anche se lo abbiamo ricevuto da bambini, non possiamo rimanere in una consapevolezza infantile su questo tema. Se l’ignoranza delle Scritture è ignoranza di Cristo, quella dei sacramenti è ignoranza dell’amore e della grazia di Dio e ignoranza della Chiesa.

Prenditi un po’ di tempo e va a leggerti la sezione del Catechismo della Chiesa Cattolica che spiega il sacramento del Battesimo, puoi trovarlo anche su internet: riscopri la bellezza e la ricchezza del dono che hai ricevuto e fa che dalle acque di questa nuova comprensione emerga una persona nuova, la migliore che puoi essere!

Buona domenica
Don Rossano