Mette a segno furti nei supermercati, inseguito e bloccato dai carabinieri

Un tunisino di 32 anni fermato con la refurtiva

0

ORBETELLO – Nel pomeriggio di oggi, i carabinieri della Stazione di Albinia, coadiuvati dai militari della Aliquota Radiomobile di Orbetello e della stazione di Magliano in Toscana, hanno denunciato un uomo di origini tunisine di 32 anni, senza fissa dimora e irregolare sul territorio nazionale, già noto alla giustizia per reati contro il patrimonio.

L’uomo ha messo in piedi un vero e proprio raid presso gli esercizi commerciali della zona, rubando diversi oggetti presso un negozio di articoli sportivi e in due supermercati tra le frazioni di Albinia e Orbetello Scalo. E proprio in questi luoghi il malvivente, tuttavia, ha dovuto fare i conti con carabinieri in abiti civili, liberi dal servizio che si trovavano occasionalmente di passaggio.

Nel primo caso, l’uomo è stato notato vicino il supermercato Coop di Albinia da un carabiniere libero dal servizio, il quale, insospettitosi per l’atteggiamento e per le grosse borse a tracolla, ha deciso di chiamare i rinforzi e verificare l’identità dell’uomo. Il malvivente, alla richiesta del carabiniere, si è subito dato alla fuga, facendo perdere in un primo momento le proprie tracce. I militari della Compagnia di Orbetello, già impegnati in servizi di controllo del territorio su tutto il Sud della provincia, sono stati subito allertati dal collega e si sono immediatamente messi alla ricerca del soggetto, il quale poco prima di mezzogiorno, nei pressi del supermercato H Discount di Orbetello Scalo è stato notato da un secondo carabiniere in borghese, anch’egli libero dal servizio, il quale già al corrente dei fatti di Albinia e della descrizione fisica del tunisino, ha notato l’uomo asportare un paio di calzari.

Anche in questo caso, questi si è dato alla fuga ma grazie alle indicazioni del militare, è stato rintracciato nei pressi della stazione ferroviaria di Orbetello dai carabinieri della Aliquota radiomobile. Dopo un breve inseguimento nella sterpaglia circostante, sono riusciti finalmente a bloccare il malvivente nonostante quest’ultimo abbia più volte cercato di divincolarsi dalla presa dei militari.

L’attività investigativa ha poi permesso di ricostruire i vari spostamenti dell’uomo e i luoghi colpiti dai furti. La refurtiva, dal valore complessivo di circa 450 euro, è stata interamente recuperata e restituita ai legittimi proprietari. L’uomo dovrà rispondere davanti alla autorità giudiziaria di furto aggravato, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

Tale risultato operativo si innesta in una più ampia attività di controllo del territorio finalizzata al contrasto di reati contro il patrimonio presso abitazioni ed esercizi commerciali, i cui servizi sono stati intensificati negli ultimi tempi con l’approssimarsi dell’aumento delle presenze sul territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.