Montalto e Canino hanno detto NO alla riforma costituzionale

MONTALTO DI CASTRO – Montalto e Canino hanno detto NO alla riforma costituzionale che il Governo Renzi aveva proposto, al fine di modificare parte della nostra costituzione.

Buona l’affluenza alle urne che a Montalto ha segnato il 72,97% e a Canino invece il 71,53%. Il NO si è affermato sul SÌ in maniera decisa, vincendo a Montalto con 2.965 voti contro i 1.881 SÌ e a Canino 1.794 contro i 1.090 SÌ.

Un segnale forte della volontà popolare di restare ancorati alla fonte legislativa più importante del nostro sistema. Un voto dai molteplici significati, in considerazione del fatto che il Premier ha annunciato le dimissioni. “Il popolo italiano  – ha detto Renzi all’Ansa – ha parlato in modo inequivocabile chiaro e netto. Questa riforma è stata quella che abbiamo portato al voto, non siamo stati convincenti, mi dispiace, ma andiamo via senza rimorsi. Come era chiaro sin dall’inizio l’esperienza del mio governo finisce qui. Riunirò il consiglio dei ministri e poi salirò al Quirinale per consegnare al presidente della Repubblica le dimissioni”.

Oltre a manifestare una volontà popolare a proposito di legiferazioni, il NO acquisisce dunque una valenza politica, soprattutto nei confronti di chi al momento governa a livello centrale.

Il sindaco Sergio Caci
Il sindaco Sergio Caci

“La bella notizia – ha detto il sindaco di Montalto Sergio Caci, è l’alta percentuale di affluenza ai seggi: segno evidente che le cittadine e i cittadini italiani sono consapevoli di quanto sia importante esprimere il proprio voto. Poi, per quanto ci riguarda, sono contento che a Montalto e Pescia si sia seguito il consiglio dato dal sottoscritto e dai gruppi che sostengono la nostra amministrazione: votare NO contro chi sta difendendo il proprio potere e chi sostiene i governi europei che ci vogliono più deboli. Grazie di cuore”.

Lina Novelli
Il sindaco Lina Novelli

“La bella partecipazione al voto – ha aggiunto il sindaco di Canino, Lina Novelli – è indice di democrazia ma che c’è un errore di fondo, quello di aver troppo personalizzato e politicizzato questo referendum. Un voto non nel dispositivo ma un no o sì a Renzi e al suo governo. Sono tante le persone che vivono il disagio quotidiano ed il risultato dimostra che le riforme non sono sicuramente il problema di ogni giorno delle famiglie italiane”.

 

 

referendum_costituzionale_esito_montalto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.