Obstacle Course Race, la prova degli ostacoli si sposta al parco Vulci – FOTO

Erano in 70 alla prima edizione di Etruscan Race, la manifestazione sportiva ormai tanto in voga in tutto il mondo

MONTALTO DI CASTRO – Nel panorama delle corse ad ostacoli, la Urban Obstacle Race sbarca al parco naturalistico e archeologico di Vulci. Pochissimi chilometri, ma tosti quelli percorsi sabato 12 maggio alla prima edizione di “Etruscan Race”.

Erano in 70 a cimentarsi nella disciplina delle gare Ocr (Obstacle Course Race), con ostacoli naturali e artificiali presenti sul percorso della splendida location del parco naturalistico e archeologico di Vulci. L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione “TeamPower”, con il patrocinio del Comune di Montalto di Castro e della Fondazione Vulci.

“L’evento è stato molto apprezzato dai partecipanti – dichiara l’assessore allo sport Marco Fedele – che hanno avuto l’occasione di confrontarsi durante l’attività agonistica. Sono sempre più numerosi gli appassionati di questo sport emergente, mettendo alla prova forza, velocità, equilibrio e agilità. Nel nostro territorio abbiamo gli scenari giusti – conclude Fedele – che ci consentono di esercitare molte attività sportive anche fuori la stagione estiva. E ne dobbiamo approfittare, per dare la possibilità a cittadini e turisti di trascorrere delle giornate memorabili. Ringrazio l’associazione TeamPower per averci fatto conoscere e partecipare a questa bellissima iniziativa”.

La gara di sabato si è conclusa con il successo di Luigi Pascucci (per la categoria maschile), che ha visto Colucci secondo e l’atleta Alessandro Mattucilli terzo classificato. Per la categoria femminile il gradino più alto del podio lo ha conquistato Valentina Chierici; seconda Martina Gobbi e terza Tiziana Sparvoli.

“Bellissima location per questa manifestazione sportiva ormai tanto in voga in tutto il mondo – afferma l’organizzatore Gianluca Casadidio -. L’intento era quello di legare sport natura e storia in un evento sportivo per tutti. Un percorso per bambini e adulti su un palcoscenico senza eguali”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.