7.7 C
Lazio

Intervento massiccio dei carabinieri per ripristinare l'ordine pubblico. Denunciati anche sei giovanissimi, che hanno preso parte a una rissa fuori la villa. Frattura dell'orbita oculare per un ragazzo in vacanza

Organizzano una festa in villa con 350 persone, denunciati

ORBETELLO – Due persone, padre e figlio, denunciati per aver organizzato all’interno della loro villa una festa in cui hanno partecipato oltre 350 persone senza le previste licenze e sei ragazzi denunciati per rissa aggravata. Questo il bilancio dell’attività svolta dai carabinieri della Compagnia di Orbetello a Porto Ercole, rinomata località turistica dell’Argentario, sempre più presa d’assalto da giovani e giovanissimi provenienti perlopiù dalla Capitale.

Tutto è successo intorno alle due di notte, quando i militari della stazione di Porto S. Stefano e del posto fisso di Porto Ercole, impegnati in un servizio di controllo nelle zone della movida, hanno sentito musica alta provenire da una lussuosa villa situata in via Caravaggio e molti giovani presenti all’interno e nelle immediate vicinanze.

La scena che si è presentata davanti agli occhi dei carabinieri è stata quella di una vera e propria discoteca con possibilità di avere accesso illimitato a bevande alcoliche. Centinaia di giovani pronti a scatenarsi, in violazione anche delle norme di contenimento del contagio previste dagli ultimi decreti del Governo e delle ordinanze regionali.

Sul posto sono arrivate anche le pattuglie delle stazioni di Albinia e Capalbio, della aliquota radiomobile e una pattuglia della Guardia di finanza a rinforzare il presidio e per contenere eventuali turbative dell’ordine e della sicurezza pubblica nonché atti di vandalismo. Molte anche le segnalazioni di cittadini per musica alta al numero di emergenza 112.

Al termine delle attività di controllo e in condizioni di sicurezza, i militari dell’Arma, oltre a decine di partecipanti, hanno identificato e deferito all’autorità giudiziaria i proprietari della villa, un uomo di 57 e il figlio di 18 anni, i quali dovranno rispondere in concorso dei reati di trattenimenti pubblici senza licenza, apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo e disturbo della quiete pubblica.

LEGGI ANCHE  A Tarquinia arriva il Tandem del Gusto con Namo e Belle Hélène

Inoltre, gli stessi, dovranno rispondere delle violazioni amministrative in materia di divieto di assembramenti ai sensi del DPCM 11 giugno 2020. La coordinata è massiccia presenza dei militari dell’Arma sul territorio è stata inoltre fondamentale per identificare e denunciare sei giovanissimi, di cui 4 minorenni di età compresa tra i 16 e i 17 anni, tutti provenienti dalla zona nord di Roma, che intorno alle 4 di notte hanno preso parte a una rissa per futili motivi proprio all’ingresso della villa per poi dileguarsi, lasciando sul posto un ragazzo con un’orbita oculare fratturata e lesioni guaribili con una prognosi di 30 giorni.

Un giro di vite da parte dei carabinieri della Compagnia di Orbetello, in particolare dei militari dell’Argentario, che solo negli ultimi giorni hanno controllato numerosi locali e avventori, sanzionando un noto bar situato sul lungomare di Porto Ercole, punto di ritrovo di moltissimi ragazzi. I controlli e le sanzioni proseguiranno nei prossimi giorni al fine di prevenire e reprimere comportamenti violenti e potenzialmente pericolosi per la sanità pubblica.

- Advertisement -

Altre notizie

LEGGI ANCHE  Sicurezza della Marina, nasce il comitato "No al muro sul fiume Fiora"