Partiti 80 quintali di aiuti verso la Romania

È partito questa mattina verso le ore 12 il camion di Nomadelfia con a bordo circa 80 quintali di viveri, vestiario, prodotti igienico-sanitari, medicinali con direzione la sede di Semi di Pace a Brasov (Romania) che è ormai diventata un punto di transito per decine di 
migliaia di profughi in fuga dall’Ucraina.

“La nostra iniziativa ‘Cuori e Mani per l’Ucraina’ sta crescendo a dismisura in un flusso ininterrotto di bene – ha detto il presidente di Semi di Pace Luca Bondi – grazie al coinvolgimento di centinaia di famiglie e singoli e di numerose realtà dei territori italiani che ci ha permesso di raccogliere questo materiale e ancora di più. Ringrazio moltissimo la 
comunità di Nomadelfia che non solo ha aderito alla nostra iniziativa ma ci ha messo a disposizione il loro tir e il personale per portare il tutto a Brasov dove i nostri volontari locali provvederanno alla distruzione del materiale alle numerose famiglie che lì stanno arrivando dalla vicina Ucraina. Infine ringrazio in particolar modo l’Ucei, Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e la sua presidente Noemi Di Segni per la collaborazione e l’accoglienza verso queste famiglie”.

A caricare il camion erano presenti numerosi ragazzi dell’Istituto Cardarelli di Tarquinia, gli stessi che nelle scorse settimane hanno raccolto parte di quel materiale, molti volontari di Semi di Pace e numerosi ucraini ospiti di alcune famiglie di Tarquinia.

Sono già 41 le persone ucraine accolte da amici di Semi di Pace e oggi si sono trovati con le coordinatrici Monica Calzolari e Nicoletta Axinte per visitare la Cittadella, per conoscersi tra di loro ma anche per avere aiuto e informazioni su come muoversi in Italia per gli aspetti burocratici.

“La raccolta di viveri, medicinali, prodotti sanitari continua incessantemente – spiega Semi di Pace – presso la cittadella e pure invitiamo, chi potesse, a donazioni di carattere economico per sostenere le ingenti spese di spedizione del materiale. Tutto questo è stato reso possibile grazie alla collaborazione dell’istituto Vincenzo Cardarelli di Tarquina; dell’istituto comprensivo di Montalto di Castro; istituto S. Rosa di Viterbo; scuola primaria Santa Maria del Paradiso di Viterbo; istituto Guglielmo Marconi di Civitavecchia; istituto P. Alberto Guglielmotti di Civitavecchia; scuola Renata Borlone di Borgata Aurelia; istituto comprensivo Don Lirenzo Milani; istituto alberghiero  Alessandro Farnese di Caprarola – sede di Montalto di Castro; scuola Americana di Viterbo. Inoltre i comuni di Ischia di Castro e Canino. Le parrocchie e oratori Santa Maria della Verità di Viterbo; Santa Chiara di Latina; Santa Maria Annunziata di Borgo Montello – Latina. Le associazioni Caritas Canino;
Croce Rossa Sezione Canino; Adocast; Canino 2008; Avis Canino; Gruppi Agesci Cisterna 1 e 2; Arte Ritmica Tarquinia; Scout D’Europa Tarquinia; Arciconfraternita di Misericordia Pescia Romana.

E di tutte le reti territoriali Semi di Pace anche per le numerose donazioni ricevute in denaro dall’Italia e dagli Stati Uniti D’America.

“Questa unione di tantissimi singoli, famiglie, realtà varie – ha concluso Luca Bondi nel salutare il camion in partenza dalla Cittadella di Semi di Pace – è la vera forza dell’amore che nessuna guerra, nessun odio, nessuna discriminazione potranno mai fermare”.

Oltre alla raccolta di generi di prima necessità, Semi di Pace ricorda anche gli altri due modi per poter partecipare a “Cuori e Mani per l’Ucraina”:
1) raccolta fondi da destinare: alle comunità francescane presenti nel paese e già operative per accogliere famiglie, bambini ed anziani per i quali serviranno viveri e medicinali; ai volontari dell’associazione semi di pace, in Romania, per gli interventi necessari a favore dei profughi che stanno arrivando nel paese (Conto corrente Postale  N. 11149010 – IBAN IT45P 07601 14500 0000 11149010); C/C bancario n° 20180 presso BCC ROMA – Ag. Tarquinia – IBAN IT78V 08327 73290 0000 000 20180 intestati a: Associazione Umanitaria Semi di Pace  ODV La Cittadella – Loc. Vigna del Piano, snc 01016 Tarquinia VT – C.F. 90030440565 – Causale: pro Ucraina.

2) manifestazione di disponibilità, qualora servisse, per l’ospitalità di singoli o famiglie nella propria casa o in abitazioni libere. Per tutte le ulteriori informazioni rivolgersi a: 
emergenzaucraina@semidipace.org- segreteria@semidipace.org oppure 
telefono 0766 842709.

Ultime

Luca Mocchegiani Carpano apre il ciclo di incontri “Tra terra e mare”

 Le strutture portuali di epoca romana di Testaccio, dal...

Donna rischia di annegare a Spinicci. Salvata dall’Ispettore di Polizia Locale Paolo Monti

Nel tardo pomeriggio del 29 giugno, sul litorale tarquiniese,...

A Vulci ripartono le campagne di scavo

Su concessione del Ministero della Cultura, al parco archeologico...

Presentati i risultati degli scavi a Falerii Novi

Il 24 giugno scorso si è conclusa felicemente la...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.