Pd: “Tre proposte per evitare l’immobilismo”

0

MONTALTO DI CASTRO – (Ricev. e pubb.) Non possiamo subire anche uno stop amministrativo, per questo, noi continuiamo a proporre! Gli ultimi risvolti che hanno investito la nostra componente amministrativa di maggioranza sono stati insoliti, ci siamo ritrovati in breve tempo con un sindaco sospeso, brutte notizie sulla fine di alcune indagini, sospensione di tutte le deleghe fino a data da destinarsi, qualcuno si è dimesso e una delibera approva l’anticipazione di cassa.

Una crisi, piena, insomma, che ha fermato la macchina amministrativa in maniera brusca e che  non accenna a ripartire! Nel frattempo, anche chi ha sempre taciuto, anche quando era quasi impossibile farlo, ha iniziato ad alzare la voce, forse sentendo aria di elezioni, e si arroga anche il diritto di accusare l’opposizione stessa per non puntare il dito, come se ci fosse qualcosa di costruttivo in questo.

In un tale quadro, che descrive chiaramente, purtroppo, quello che si respira nella nostra cittadina, noi non molliamo e continuiamo la nostra opposizione serrata, che dà, però, priorità alle proposte. Cosi, in attesa del prossimo consiglio comunale, abbiamo presentato tre mozioni, perché bisogna aver voglia di fare, soprattutto quando l’immobilismo se la fa da padrone. Abbiamo ritenuto opportuno dedicarci ad analizzare e richiedere la realizzazione di quanto può essere utile per noi cittadini e per i turisti: realizzazione di aree dedicate alla sosta a lungo termine dei camper; realizzazione di un impianto di illuminazione e videosorveglianza all’interno della pineta di Montalto marina; più istallazione di fontanelle, cestini e distributori di sacchetti per la raccolta degli escrementi; messa in sicurezza dell’attraversamento pedonale tra la strada Castrense e via di Campomorto.

ALTRE NOTIZIE  Dalle borse per Gucci alle mascherine per i concittadini, la famiglia Trabucco esempio di solidarietà

Abbiamo lavorato, inoltre, ad un’interrogazione in merito ai lavori che si stanno svolgendo, ed a quelli previsti per il futuro, presso la centrale Enel “Alessandro Volta”, per conoscere il perché di una quasi assente manodopera locale nonché di ditte, imprese e società del territorio, e, una volta comprese le ragioni, riuscire ad evitare che tale condizione si riproponga in futuro. La struttura è sul nostro Comune ed i cittadini, che ne vivono i disagi, devono poter essere anche i beneficiari di un riscontro economico ed occupazionale proveniente dalla stessa.

Stiamo lavorando a molto altro ancora, perché il nostro modus operandi sia sempre quello della “politica del fare”! Il fermo amministrativo non ci giova, così come contribuire ad esso, e neanche puntare solo il dito ci renderà una Montalto migliore, perciò, mentre la tendenza che va per la maggiore è affannarsi ad evidenziare criticità ormai note a tutti, creiamo proposte,  nell’interesse del nostro territorio per  migliorare  il nostro paese. Mentre si gioca a rilanciare la magagna più brutta di questa amministrazione, noi abbiamo a cuore il benessere dei cittadini e continuiamo a lavorare, come scrisse Pirandello: “Ciascuno a suo modo”!

Quinto Mazzoni

Segretario Circolo Pd di Montalto di Castro e Pescia Romana